Alla Regione sempre più assenti per malattia, Valenti: 'Avvieremo verifiche'

regione-siciliana-770x577Nei primi tre mesi del 2013 si è registrato un alto numero di assenze per malattia tra i 17mila dipendenti della Regione Siciliana: 57.750 giornate non lavorate, rispetto alle 47.385 rilevate nell'ultimo trimestre del 2012.

Il dato è riferito a una media, ogni mese, di circa 15 mila regionali, ed è considerato dagli uffici più completo rispetto alle statistiche di un anno fa, quando il campione di dipendenti sui quali l'amministrazione effettuava la rilevazione si fermava a quota 12 mila.

Nei primi tre mesi del 2012 il numero di assenze per malattia era stato pari a 43.400, rispetto ai 57.750 del 2013: l'incremento in questo caso sfiora il 33 per cento.

"Faremo dei controlli - dice l'assessore alla Funzione Pubblica Patrizia Valenti - Ma è chiaro che l'invio del medico fiscale quando il dipendente si ammala richiede più risorse. Stiamo per questo lavorando a un piano generale di ottimizzazione delle risorse per il personale per per cercare di ricavare le somme necessarie a intensificare le visite e i controlli''.

A gennaio sono state registrate 18.546 giornate di assenza e 18.764 a marzo con un picco di 20.440 a febbraio. Secondo i sindacato Cobas-Codir però ''per verificare se ci sia stato realmente un aumento delle assenze bisogna tenere in considerazione il rapporto tra numero di dipendenti e giornate non lavorate''.

Leggi le altre news: www.palermoreport.it

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna