"Sei posseduta dal demonio", ecco come è stata raggirata una pensionata

possess

Ha convinto la vicina di casa, una donna di 62 anni, di essere posseduta dal demonio e con uno stratagemma si è fatta consegnare 15mila euro. A finire ai domiciliari è stata una 34enne serba, residente a Carini, in provincia di Palermo, ora accusata per truffa aggravata. La vicenda inizia alcune settimane fa, quando la vittima, uscendo di casa trova una croce rossa disegnata sul muro della propria abitazione.

Spaventata chiede aiuto a un vicino, identificato poi come il convivente della 34enne, che la convince che quel simbolo è il chiaro segnale di una possessione demoniaca. L'uomo si offre di accompagnare la 62enne da un'amica in grado di aiutarla.

L'amica in questione è ovviamente la sua convivente che consiglia alla vittima di bruciare 15mila euro per liberarsi del diavolo. La donna, quindi, va in banca e preleva la cifra indicatale, spiegando di aver bisogno dei soldi per curare una grave malattia. Una volta a casa della presunta maga partecipa al rituale di purificazione, ignara che la 34enne abbia sostituito il denaro con semplice carta.

Dopo alcuni giorni l'anziana scopre altri simboli sul muro della propria casa e si reca di nuovo a casa della donna, che le consiglia di sacrificare un agnello e bruciare altri 30mila euro. La donna, però, non dispone di quella cifra e la 34enne si offre di prestargliela. La vittima, però, prima di accettare nuovamente la messa purificatrice, chiede l'aiuto a un prete che fortunatamente, accompagna l'ingenua pensionata dai carabinieri. I militari ricostruiscono la vicenda e portano alla luce l'inganno perpetrato dalla 34enne con la complicità del compagno.

Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi ed anche in questo caso, non si accontenta di semplice denaro.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna