Monte Cuccio continua a bruciare. Sopralluogo del sindaco.

Aggiornamento ore 20.45: l'incendio è stato finalmente spento. Quasi certa la matrice dolosa. I focolai d'incendio, infatti, sono partiti da zone parecchio distanti tra loro ed è improbabile che si siano accesi da soli, quasi contemporaneamente, per una casualità. Non ha agito di certo una persona sola. I carabinieri sono alla ricerca di una gang di piromani.

Sembrava che le fiamme avessero dato una tregua, così come ci aveva pure confermato il Corpo forestale. E invece il fuoco si è rigenerato e sta continuando a bruciare ettari di bosco. Il fronte maggiormente interessato è San Martino delle Scale. Canadair e Fireboss della protezione civile fanno la spola tra il mare, dove raccolgono circa 5-6000 litri di acqua alla volta, e la montagna infuocata. Stamattina si è recato sul posto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha voluto ringraziare di persona i vigili del fuoco, la protezione civile e il corpo forestale, per il lavoro ininterrotto di questi due giorni: "vi sono grato - ha detto Orlando - per aver evitato che questo crimine diventasse tragedia colpendo le famiglie e vi sono grato perche' state facendo di tutto per limitare i danni all'ambiente." 
Nelle prossime ore il sindaco tornerà sul luogo per verificare nuovamente la situazione. Intanto da ieri sera in diverse zone di Palermo c'è un forte odore di bruciato.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna