Blutec: pronta a riattivare lo stabilimento ex fiat di termini imerese

 

Il Sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato: “ Il mio impegno si concluderà solo quando rivedrò i cancelli aperti e gli operai al lavoro. Sono molto ottimista, ma se sarà necessario passerò la notte di Natale al Mise”

"Che sia chiaro una volta per tutte: per me la battaglia per la riattivazione alla produzione dello stabilimento ex Fiat di Termini Imerese si arresterà solo quando rivedrò i cancelli riaperti ai lavoratori e i macchinari in funzione in piena attività. Se sarà necessario passerò anche la notte di Natale qui a Roma dove a poche ore dalla vigilia festiva stiamo valutando la proposta giunta sul tavolo del Mise da parte di Metec." Non lascia spazio all'incertezza sulla propria determinazione il sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato. Lo stesso sindaco con chiarezza fa il punto della situazione sulla vicenda, chiarendo subito che l'uscita di scena di Grifa è da considerarsi, senza ombra di dubbio un fatto positivo. Questo perchè – come spiega lo stesso Burrafato - nell'incontro odierno del Tavolo di crisi su Termini Imerese, la Metec ha proseguito l'illustrazione del proprio piano industriale per la riqualificazione e riattivazione del nostro sito industriale.
Metec ha comunicato ai presenti di aver già costituito - d'intesa con Invitalia - una NewCompany specificatamente per Termini Imerese e denominata: Blutec.
L'investimento che Metec - per il tramite di BluTec -prevede di mettere in campo nelle due fasi temporali del piano industriale è pari a 296milioni di euro. Ben 96.5milioni saranno destinati per l'attivazione della produzione di componentistica e i restanti 200 milioni per la produzione di autovetture .
Già domani l'assemblea dei soci Blutec sottoscriverà una capitalizzazione per 25 milioni di euro versando la quota, prevista per legge, di circa 6,250 milioni di euro. La quota restante sarà versata entro 90gg. Questo conferma la solidità industriale della nuova compagine industriale e la concretezza della proposta.
Dal punto di vista occupazionale, per il momento l'azienda ha anche riconfermato il reimpiego di 800 lavoratori: 400 unità saranno coinvolte dal 1ºstep del programma (quello relativo alla produzione di componentistica) e saranno reimpiegati entro il 31/12/2017; gli altri 400 addetti saranno coinvolti nella realizzazione del 2ºstep (produzione di auto ibrida) e saranno riassunti entro il 31/12/2018.
Le potenzialità sulla capacità produttiva del sito sono oggi calcolate intorno a 10.000 auto l'anno.
Dall'analisi del piano commerciale, già stilato da Metec, emerge che si potrebbe giungere alla vendita e alla consegna direttamente presso lo stabilimento, cosa che potrebbe aprire anche altre prospettive occupazionali"

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna