Anonymous colpisce Equitalia

an2Anonymous, la sigla con cui gli hackers si identificano, continua il proprio attacco ai siti istituzionali italiani. A cadere sotto i colpi dell'ormai celebre sigla, ieri, è stato il sito ufficiale di Equitalia,  che adesso risulta irraggiungibile. Prima ancora erano stati presi di mira il sito del Vaticano e quello di Trenitalia.

Già il mese scorso, i pirati del web avevano preannunciato il loro attacco massiccio alle istituzioni italiane e lo stanno portando a termine su tutto il fronte, senza che nessuno riesca a fermarli. I siti diventano irraggiungibili e, a seconda dei casi, vengono danneggiate anche le memorie, ma lo scopo di Anonymous è più soft.

Rendere un sito irraggiungibile, infatti, causa un blocco di sistema che provoca danni economici rilevanti. L'operazione contro l'Italia, largamente annunciata, è stata denominata "Tango Down". Nei giorni scorsi, le rivendicazioni di Anonymous hanno rivelato che molti altri siti iinternazionali sono stati buttati giù.

Commenti  

 
#1 IN AMORE E IN "GUERRA" !!CRAVERO TOMASO 2012-03-12 10:12
IN AMORE E IN "GUERRA " OGNI MEZZO E' LECITO !! MA DETTO QUESTO URGE UNIONE DI TUTTE LE FORZE ITALIANE PER "OSCURARE" IN TUTTI I MODI E PER SEMPRE QUESTI STROZZINI DI STATO "LEGALIZZATI? " CHE SI PRENDONO IN CAMBIO DEL " DIO DENARO" ANCHE LE VITE STESSE DEGLI ITALIANI DIMENTICANDO CHE : ALLA MORTE NON CI SI PORTA DIETRO NULLA !!!!!!!!!!!!!!! !!
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna