News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Condividere competenze e conoscenze per tutelare la biodiversità siciliana e sviluppare una rete di ricerca all’avanguardia che possa orientare le pratiche e le politiche istituzionali nel campo della sostenibilità ambientale. Con questi obiettivi è stato firmato, a Palazzo d’Orlèans, a Palermo, un accordo di collaborazione con il National biodiversity future center (Nbfc), […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Non è un semplice acronimo, ma un primo approccio per mettere il cliente a proprio agio: “Ciao”, sigla di Customer Information Assistance Office, è il nome che Ita Airways ha scelto per il nuovo centro assistenza clienti di Palermo, situato a Palazzo Gamma e inaugurato alla presenza dei vertici dell’azienda, del primo […]

  • CATANIA (ITALPRESS) – Il Comune di Catania, Rete Ferroviaria Italiana e FS Sistemi Urbani, rispettivamente società capofila del Polo Infrastrutture e del Polo Urbano del Gruppo FS, hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa finalizzato al potenziamento infrastrutturale e alla rigenerazione urbana delle aree dismesse o in dismissione di proprietà del Gruppo FS presenti nella città siciliana.Il […]

Sequestrato rudere pericolante in via dello Spasimo: denunciati i proprietari

Sequestrata una vasta area in stato di abbandono e pericolante in pieno centro storico. Gli uomini del Nucleo tutela patrimonio artistico della polizia municipale hanno, infatti, posto i sigilli al comprensorio di Via dello Spasimo 5, adiacente al complesso monumentale di S. Maria dello Spasimo. Un bene, quest'ultimo, sottoposto a vincolo monumentale.

In seguito all'operazione sono state denunciate all'autorità giudiziaria otto persone - più i soggetti da identificare - nella qualità di proprietari, quindi obbligati alla manutenzione e conservazione del complesso; l'accusa è di avere omesso ogni forma di manutenzione ordinaria e straordinaria e determinato lo stato di rovina delle costruzioni con il conseguente stato di pericolo per le persone.

Il provvedimento ha riguardato trecento metri quadrati di costruzioni, prive di porte ed infissi, in condizioni precarie con considerevoli parti crollate ed in avanzato stato di rovina, potenziale pericolo per la pubblica incolumità, non essendo in alcun modo impedito l'accesso all'interno.