News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • BOLZANO (ITALPRESS) – Con una sentenza del 17 giugno, il tribunale di Bolzano ha accolto le domande formulate da Movimento Consumatori, accertando “la vessatorietà della penale presente nel contratto di Sicily by Car che è imposta al consumatore in caso di sanzioni notificate alla società per infrazione del Codice della strada e per mancato pagamento […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Sono circa 140.000 gli italiani che vivono con la Sclerosi Multipla (SM), di cui oltre 11.000 in Sicilia, con circa 290 nuove diagnosi ogni anno registrate a livello regionale. La Sicilia è, dopo Lazio, Campania e Lombardia, la quarta regione italiana per numero di persone che affrontano questa malattia neurologica cronica, che […]

  • ROMA (ITALPRESS) – “Il dramma degli incendi che affligge il nostro territorio colpisce ancor di più la Sicilia, dove le piogge scarseggiano e le temperatura sono in media più alte. Le perdite già subite dall’isola in questi anni in termini di deforestazione sono ingenti, per questo oggi, nella sede del Mase, abbiamo affrontato il delicato […]

Palermo. Striscioni contro la casta davanti alle sedi dei partiti

Numerosi striscioni sono stati affissi nella notte da studenti universitari davanti alle sedi dei partiti Pd, PdL, Mpa e Grande Sud, a Palermo. In alcuni si legge "contro crisi, sprechi e austerity del governo Monti, il 16 novembre cacciamo la casta", in altri "siamo cosi' 'choosy' che non scegliamo di votarvi! 16 novembre studenti in piazza".

L'iniziativa, spiegano i promotori, è stata promossa "per rimarcare il netto rifiuto dinanzi alla casta politica tutta, impegnata nell'ennesima snervante campagna elettorale autoreferenziale. Tale quadro viene ampliato dall'ennesima provocazione giunta a studenti e precari da parte del ministro Elsa Fornero, con il suo definire potenziali 'Choosy' i giovani studenti, sempre più oppressi da austerity e tagli violenti ad un mondo della formazione sempre più escludente, per un mondo del lavoro sempre più evanescente, in un paese in cui il tasso di disoccupazione giovanile raggiunge cifre esorbitanti. In questo panorama di crisi, austerity e sprechi continui di una casta ladra e corrotta, gli studenti e le studentesse dell'ateneo palermitano si preparano a scendere in piazza il 16 novembre, giornata in cui gli studenti si preparano a bloccare tutto ancora una volta".