News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Un confronto tra diversi attori istituzionali per riflettere su ruolo e sfide della filiera dell’Healthcare: a promuoverlo è Unicredit, in un incontro tenutosi alla Camera di commercio Palermo-Enna per approfondire le opportunità di crescita non solo delle aziende, ma anche del sud in uno scenario che nei prossimi mesi rischia di vedere […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Affermazione della Cisl Scuola a livello nazionale che moltiplica la propria rappresentanza da 2 a 5 seggi e ottiene di avere componenti in tutti gli ordini di scuola (Infanzia, Primaria, Secondaria di primo e secondo grado). “Si tratta di una bella soddisfazione, ci viene riconosciuto un largo consenso come risultato di un […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “L’articolo 116 della Costituzione era stato introdotto dal centrosinistra nel 2001 con solo tre voti di scarto in Senato. Adesso se si sono pentiti di questa scelta ne prendiamo atto, ma non vengano a dire che spacca in due il Paese. Il tema del Mezzogiorno è la capacità di spesa: su questo […]

Palermo, l'allarme dell'assessore alla Scuola: ''Il governo abbandona gli istituti pubblici''

Il momento per il mondo della scuola è critico, e non fanno eccezione gli istituti comunali palermitani. Dopo i 900 milioni di euro inseriti qualche settimana fa dall'amministrazione nel maxi-emendamento al bilancio di previsione per l'anno corrente, l'assessore alla Scuola barbara Evola lancia l'allarme: "Sotto attacco da parte della criminalità organizzata, lasciata all'incuria per la negligenza di una politica incapace, negli ultimi dieci anni, di creare una programmazione a lunga scadenza - dice Evola - oggi l'istituzione scolastica viene messa ancora a dura prova dal governo dei tecnici che preferisce salvaguardare con fondi cospicui la scuola paritaria privata e abbandonare al proprio destino quella pubblica".

Dell'emergenza scuola che vivono a Palermo gli alunni con le loro famiglie Evola andrà a parlare mercoledì prossimo a Roma con il sottosegretario alla Pubblica istruzione Rossi Doria. La legge di Stabilità ancora deve essere approvata, ma per l'assessore la maggioranza di governo "rischia di creare una scuola a due velocità". "Gli emendamenti presentati in Parlamento dall'Idv per garantire i servizi essenziali agli studenti anche nati in comuni 'non virtuosi' sono stati bocciati – conclude Evola - Ci sono buoni motivi per ravvisare in questo caso specifico un vizio di incostituzionalità".