News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Un confronto tra diversi attori istituzionali per riflettere su ruolo e sfide della filiera dell’Healthcare: a promuoverlo è Unicredit, in un incontro tenutosi alla Camera di commercio Palermo-Enna per approfondire le opportunità di crescita non solo delle aziende, ma anche del sud in uno scenario che nei prossimi mesi rischia di vedere […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Affermazione della Cisl Scuola a livello nazionale che moltiplica la propria rappresentanza da 2 a 5 seggi e ottiene di avere componenti in tutti gli ordini di scuola (Infanzia, Primaria, Secondaria di primo e secondo grado). “Si tratta di una bella soddisfazione, ci viene riconosciuto un largo consenso come risultato di un […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “L’articolo 116 della Costituzione era stato introdotto dal centrosinistra nel 2001 con solo tre voti di scarto in Senato. Adesso se si sono pentiti di questa scelta ne prendiamo atto, ma non vengano a dire che spacca in due il Paese. Il tema del Mezzogiorno è la capacità di spesa: su questo […]

Palermo dove è finito il Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale di Palermo, il vecchio, continua la propria totale latitanza, non si riunisce e non si intravede tale previsione all'orizzonte. Ma cosa c'è in ballo? C'è l'approvazione del bilancio di previsione che ha come termine ultimo il 30 giugno p.v.. Fermo restando che i consiglieri comunali ancora in carica, dovrebbero avere l'obbligo di assolvere al mandato conferitogli da noi cittadini fino all'insediamento del nuovo Consiglio, essendo la quasi totalità degli uscenti non riconfermati, e volendo essere maligni, si potrebbe evincere una precisa volontà politica di non procedere all'approvazione del documento finanziario, proprio per mettere in difficoltà la nuova Amministrazione. A conferma di ciò l'attuale Presidente Alberto Campagna (nella foto) che doveva convocare una sessione di sedute a Sala delle Lapidi per martedì,mercoledì e giovedì in realtà non ha ancora formalizzato ai consiglieri alcunchè. In un'amministrazione comunale lasciata con oltre 600 milioni di euro di debiti e una città in profonda depressione economica, ricordiamo che nell'ultimo anno hanno chiuso oltre 1.100 medie e piccole imprese solo a Palermo, la condotta del vecchio Consiglio Comunale è a dir poco scellerata, piegarsi a logiche di mero ostruzionismo politico a discapito dei cittadini palermitani è una responsabilità morale e civile di enorme peso... peso che comunque nessuno farà gravare sulle spalle di qualcuno, mentre a rimetterci resteranno sempre e solo i cittadini.