News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Un confronto tra diversi attori istituzionali per riflettere su ruolo e sfide della filiera dell’Healthcare: a promuoverlo è Unicredit, in un incontro tenutosi alla Camera di commercio Palermo-Enna per approfondire le opportunità di crescita non solo delle aziende, ma anche del sud in uno scenario che nei prossimi mesi rischia di vedere […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Affermazione della Cisl Scuola a livello nazionale che moltiplica la propria rappresentanza da 2 a 5 seggi e ottiene di avere componenti in tutti gli ordini di scuola (Infanzia, Primaria, Secondaria di primo e secondo grado). “Si tratta di una bella soddisfazione, ci viene riconosciuto un largo consenso come risultato di un […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “L’articolo 116 della Costituzione era stato introdotto dal centrosinistra nel 2001 con solo tre voti di scarto in Senato. Adesso se si sono pentiti di questa scelta ne prendiamo atto, ma non vengano a dire che spacca in due il Paese. Il tema del Mezzogiorno è la capacità di spesa: su questo […]

Maxi discarica abusiva a Monreale, sequestrate 7 tonnellate di rifiuti pericolosi

 

I militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Palermo hanno sequestrato una vasta area nella zona rurale di Monreale, per una superficie complessiva di oltre 1.000 mq utilizzata come discarica abusiva. All'interno del sito, sono state rinvenute oltre 7 tonnellate di rifiuti pericolosi, in gran parte costituiti da oltre 300 pannelli fotovoltaici danneggiati e quindi inutilizzabili, di valore commerciale di oltre 150.000 euro.

Il materiale, apparentemente di produzione cinese, era stato ammassato alla rinfusa evitando così ulteriori spese per lo smaltimento.

L'area è risultata essere in uso a una società di capitali operante nel settore delle energie rinnovabili, a sua volta riconducibile a due imprenditori, succedutisi nel tempo nella gestione della stessa: un brasiliano di anni 38 ed una palermitana di anni 40. L'intera proprietà, è stata sottoposta a sequestro ed i responsabili sono stati denunciati alla locale Autorità Giudiziaria. Tutta la zona è stata preventivamente cautelata ed agli autori del reato sarà intimato l'obbligo della bonifica e della riqualificazione delle aree, anche al fine di impedire gravi danni ecologico-ambientali atteso che il sito confina con terreni adibiti a pascolo e colture di diversa tipologia.