News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • BOLZANO (ITALPRESS) – Con una sentenza del 17 giugno, il tribunale di Bolzano ha accolto le domande formulate da Movimento Consumatori, accertando “la vessatorietà della penale presente nel contratto di Sicily by Car che è imposta al consumatore in caso di sanzioni notificate alla società per infrazione del Codice della strada e per mancato pagamento […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Sono circa 140.000 gli italiani che vivono con la Sclerosi Multipla (SM), di cui oltre 11.000 in Sicilia, con circa 290 nuove diagnosi ogni anno registrate a livello regionale. La Sicilia è, dopo Lazio, Campania e Lombardia, la quarta regione italiana per numero di persone che affrontano questa malattia neurologica cronica, che […]

  • ROMA (ITALPRESS) – “Il dramma degli incendi che affligge il nostro territorio colpisce ancor di più la Sicilia, dove le piogge scarseggiano e le temperatura sono in media più alte. Le perdite già subite dall’isola in questi anni in termini di deforestazione sono ingenti, per questo oggi, nella sede del Mase, abbiamo affrontato il delicato […]

Due giorni al blocco della Sicilia

Promette di essere una protesta clamorosa, di quelle che si ricorderanno nel tempo. Sarà quella organizzata da "Forza d'Urto", che inizierà lunedì 16 gennaio e coinvolgerà l'intera Sicilia. Agricoltori, allevatori, pastori, coltivatori, autotrasportatori, commercianti, pescatori, studenti e comuni cittadini scenderenno in strada e, simbolicamente o meno, occuperanno il territorio. "Siamo stanchi, chiediamo a tutti di scendere in strada - esordisce Mariano Ferro da Avola, forse il promotore principale dell'evento -  Ci muoveremo in tutti i capoluoghi, occuperemo porti, aeroporti, snodi autostradali, raffinerie, banche e sedi dell'agenzia delle entrate. A chi ci chiede cosa vogliamo, rispondiamo: "niente".

Vogliamo solo riscrivere la storia della Sicilia e dell'Italia. Vogliamo che vadano tutti a casa, siamo stanchi di false promesse da campagna elettorale". Ha le idee chiare Mariano Ferro e ha ben chiaro anche il piano d'azione. Si annunciano giorni di "passione" per l'isola. Ai cittadini palermitani consigliamo di lasciare la automobili in casa, anche se ugualmente sarà difficile spostarsi con i mezzi pubblici.

Difficile prevedere un indice di partecipazione, in considerazione anche del fatto che l'evento durerà cinque giorni di fila. I presidi o picchetti o occupazioni simboliche vedranno lo schieramento dei tir e dei trattori, quindi, traffico in tilt e paralisi totale. Dal caro carburanti, alla sperequazione tra i prezzi dal produttore al consumatore, alla manovra economica, tante le concause che hanno spinto gli organizzatori a girare ogni angolo di Sicilia per la mobilitazione generale.