News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Nessuno spoiler vero e proprio, ma il 400esimo Festino di Santa Rosalia comincia piano piano a prendere forma: a due mesi dalla ingente manifestazione del 14 luglio, il Comune di Palermo svela i primi aspetti di un evento che si dispiegherà non solo nella data di celebrazione, ma in un arco di […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Condividere competenze e conoscenze per tutelare la biodiversità siciliana e sviluppare una rete di ricerca all’avanguardia che possa orientare le pratiche e le politiche istituzionali nel campo della sostenibilità ambientale. Con questi obiettivi è stato firmato, a Palazzo d’Orlèans, a Palermo, un accordo di collaborazione con il National biodiversity future center (Nbfc), […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Non è un semplice acronimo, ma un primo approccio per mettere il cliente a proprio agio: “Ciao”, sigla di Customer Information Assistance Office, è il nome che Ita Airways ha scelto per il nuovo centro assistenza clienti di Palermo, situato a Palazzo Gamma e inaugurato alla presenza dei vertici dell’azienda, del primo […]

Inceneritori a Termini Imerese secca smentita del Sindaco Salvatore Burrafato

 

"Non si possono fare i conti senza l'oste". E quindi, anche se a me non risulta, semmai il governo regionale presieduto da Rosario Crocetta, intendesse d'imperio prevedere che l'aria industriale di Termini Imerese diventi un'immensa discarica regionale con la costruzione di inceneritori per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani deve fare i conti con l'Amministrazione comunale di Termini Imerese. Ma il punto non è solo questo: per prima cosa ritengo strano ed incoerente, che oggi il Presidente Crocetta possa sostenere un progetto di questo tipo, sopratutto dopo le dichiarazioni fatte in campagna elettorale dallo stesso Governatore, proprio sugli inceneritori, in cui perfino denunciava apertamente eventuali accordi sottobanco che spingevano verso la costruzione di questi devastanti impianti.
Ritengo anche che il nostro territorio non sia minimamente adatto ad ospitare una "tecnologia" di per se già superata in tutta Europa e in controtendenza con gli accordi internazionali sulla salvaguardia ambientale. I rifiuti non vanno inceneriti ma resi risorsa. Confido nel fatto che il Governo Regionale concretamente metabolizzi concetti come quelli di: ciclo integrato, differenziata, bio-massa e riutilizzo. Sono certo che non pensi a soluzioni devastanti e non compatibili con un territorio come quello siciliano che dovrebbe puntare ed essere emblema di tutela ambientale e innovazione tecnologica.
Resta il fatto che, ad oggi al sottoscritto, non è stato richiesto nessun parere ne incontro sul tema, su cui, su questi presupposti non sarò neanche disponibile a discutere."