News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – “Grazie a un sinergico gioco di squadra tra Comune di Palermo, comando della Polizia municipale, Asp e Reset” è stata rimossa una carcassa di 6 quintali di bovino, rinvenuta in località costa sud, a Palermo. “Ringrazio tutte le articolazioni della macchina comunale per essersi attivate tempestivamente assicurando il ripristino della salute pubblica […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Il Villaurea Monreale ha vinto lo scudetto Under 19 del campionato regionale di calcio a 5. Nella Final Four disputata al Pala Don Bosco di Palermo, la formazione palermitana ha prima battuto sabato in semifinale la squadra abruzzese Sport Center Celano ed in finale la Top Five di Torino. Nel primo match, […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Giorno 29 giugno, alle ore 9.30, presso la Camera di Commercio di Palermo e Enna (Via E. Amari 11), si terrà il Convegno sul tema “I Diritti del Contribuente nella riforma fiscale” organizzato dalla Camera degli Avvocati Tributaristi di Palermo, dall’Ordine Avvocati di Palermo e dall’Ordine Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili […]

Il ministro Cancellieri: ''Ragazzi state attenti. Riappropriatevi della politica''

"Riappropriatevi della politica, abbiate il grande sogno di un grande Paese. Trovate una forza politica che meglio può secondo voi rispondere a questo sogno. Tutto passa da ognuno di voi". A pronunciare queste parole è stato il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri, oggi a Palermo, rivolgendosi agli studenti coinvolti nel progetto educativo antimafia del Centro Pio La Torre.

L'iniziativa coinvolge complessivamente un'ottantina di scuole italiane e si concluderà nell'aprile del 2013 con una manifestazione degli studenti nel luogo in cui fu ucciso Pio La Torre il 30 aprile del 1982.

"E' un momento complicato questo – aggiunge il ministro parlando ai ragazzi - ma anche quello in cui bisogna riprendere il pallino in mano. Che sia una politica bella, però, e questo tocca a voi consentirlo, riprendendovi il diritto alla cittadinanza. Non c'è posto per chi soggiace alla paura e all'indifferenza. State attenti: studiate la storia, perchè quando crescono questi sentimenti si sfocia sempre nelle dittature".

Un invito alla consapevolezza e partecipazione alla vita del Paese che il ministri rivolge più volte agli studenti. La mafia spiega, "la si potrà vincere definitivamente quando tutta la società civile saprà reagire. Un cittadino che esprime la propria cittadinanza, non si fa prevaricare. Bisogna riappropriarsi del senso di cittadinanza, di forza con cui si esprimono i propri diritti e doveri, non piegandosi alle prevaricazioni. La mafia si occupa di affari grossi che portano denaro, di estorsioni: bisogna subito dire di no, ponendo argine anche a comportamenti anti-corruzione. Tanto più c'è un movimento di massa, tanto più facile sarà vincere. La guerra non è ancora finita e bisogna stare attenti perchè i boss non rialzino la testa e non ne nascano altri. La sconfitta la potete infliggere voi. Siate orgogliosi di essere cittadini".

E se i ragazzi, i cittadini, devono essere vigili altrettanto deve fare lo Stato.

"Lo Stato - sottolinea - ha assicurato i responsabili delle morti di Falcone e Borsellino alla giustizia, con nomi e cognomi, e non è poco. Dire che dalle loro morti lo Stato non ha fatto nulla è ingeneroso e sbagliato, perchè quel momento ha segnato un punto di non ritorno nella lotta alla mafia''. Per il titolare del Viminale ''C'è un grosso impegno da parte dei diversi Paesi europei sul versante della internazionalizzazione delle mafie, traendo spunto dalle leggi italiane'. Pio La Torre, Falcone e Borsellino sono uomini davanti ai quali ci inchiniamo, meritano ogni intitolazione perchè hanno fatto molto per la loro terra".