News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – “Grazie a un sinergico gioco di squadra tra Comune di Palermo, comando della Polizia municipale, Asp e Reset” è stata rimossa una carcassa di 6 quintali di bovino, rinvenuta in località costa sud, a Palermo. “Ringrazio tutte le articolazioni della macchina comunale per essersi attivate tempestivamente assicurando il ripristino della salute pubblica […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Il Villaurea Monreale ha vinto lo scudetto Under 19 del campionato regionale di calcio a 5. Nella Final Four disputata al Pala Don Bosco di Palermo, la formazione palermitana ha prima battuto sabato in semifinale la squadra abruzzese Sport Center Celano ed in finale la Top Five di Torino. Nel primo match, […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Giorno 29 giugno, alle ore 9.30, presso la Camera di Commercio di Palermo e Enna (Via E. Amari 11), si terrà il Convegno sul tema “I Diritti del Contribuente nella riforma fiscale” organizzato dalla Camera degli Avvocati Tributaristi di Palermo, dall’Ordine Avvocati di Palermo e dall’Ordine Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili […]

Il caso Gesip approda a Palazzo Chigi. Manifestazioni a Roma e Palermo

Sono ore cruciali per i lavoratori della Gesip, la società che gestisce i servizi pubblici a Palermo e che dovrà essere liquidata entro l'anno. A Roma si riunirà il tanto atteso tavolo interministeriale, nel corso del quale Comune e Governo sono chiamati a delineareil futuro di circa 1800 lavoratori, dai quali dipendono servizi fondamentali per la città. Sono infatti gli operai della Gesip a occuparsi dei servizi cimiteriali, del canile municipale, della manutenzione di aiuole e rotatorie, della pulizia di spiagge e arenili.

Mentre per le strade di Roma e Palermo i lavoratori stanno facendo sentire la propria voce con fischietti e striscioni, a Palazzo Chigi si gioca la partita più dura. Il sindaco Leoluca Orlando, accompagnato dagli assessori alle Aziende e al Bilancio Cesare La Piana e Luciano Abbonato, chiederà l'erogazione dei famigerati 5 milioni (che serviranno per pagare gli stipendi arretrati) e presenterà il progetto per dare vita a una nuova realtà. L'amministrazione cittadina pensa a una società consortile spa (51 per cento Comune, 49 per cento aziende partecipate) che nelle intenzioni dovrebbe consentire al Comune di risparmiare 40 milioni di euro di Iva.

A Roma anche Mimma Calabrò, sindacalista della Fisascat Cisl. "Chiediamo - spiega a Palermo Report – la salvaguardia dei livelli occupazionali e la riorganizzazione di tutte le società partecipate del Comune di Palermo".

"Ci era stato sottoposto un piano di riordino - aggiunge – nel mese di giugno, ma il governo nazionale lo ha bocciato. Da allora non abbiamo visto alcun progetto.Chiediamo che venga fatta un'operazione di trasparenza e che si trovino soluzioni pratiche condivisibili. Certamente non possiamo più rimandare la questione e si deve procedere con un serio riordino dei servizi in città, mettendo fine agli sprechi".