News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Monte Pellegrino avrà una nuova illuminazione. Un nuovo impianto ad alta efficienza energetica che sostituirà quello esistente, non funzionante perchè obsoleto e danneggiato dagli incendi, con lampade a led di ultima generazione, significative riduzioni delle emissioni climalteranti e miglioramento delle condizioni di sicurezza. L’area di interesse storico, naturalistico e turistico verrà così […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “Registro con notevole soddisfazione i dati forniti dal Rapporto Almalaurea 2024 che confermano l’efficacia delle nostre strategie per garantire possibilità di lavoro qualificato ai nostri giovani laureati”. Così Massimo Midiri, rettore dell’Università di Palermo, commentando i dati del XXVI Rapporto su Profilo e sulla Condizione Occupazionale dei Laureati presentati dal Consorzio Interuniversitario […]

  • CATANIA (ITALPRESS) – Consegnata la prima tratta del raddoppio ferroviario tra le stazioni di Catania Bicocca e Catenanuova, realizzato in Sicilia da Webuild per conto di RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS. Il progetto complessivo, che ha raggiunto l’83% dei lavori, come si legge in una nota, permetterà di incrementare i treni […]

Ecco i risultati, disastrosi, dell'esperimento differenziata

bellolampo

Mentre si aspetta il nuovo piano ambientale da presentare a Bruxelles sotto la supervisione del ministro per l'ambiente Clini, arrivano i primi dati sulla raccolta differenziata in città. A Palermo attualmente solo l'8-9% dell'intera raccolta dei rifiuti viene destinata alla differenziata, nonostante in diverse zone della città siano presenti le strutture adeguate per poter avviare uno studio pilota sul corretto funzionamento del sistema di raccolta. Un vero e proprio flop.

Sarà come partire da zero. A nulla sono servite le quattordici unita' suddivise in cinque pattuglie, tre in azione al mattino e due al pomeriggio, con il compito di passare al setaccio la citta' per individuare e multare eventuali trasgressori. Dallo scorso gennaio ad oggi nell'area interessata dalla raccolta porta a porta sono stati effettuati 668 controlli e comminate 143 sanzioni.

Il capo dei vigili urbani, Vincenzo Messina, lamenta la carenza di mezzi e lo scarso peso delle multe affibbiate ai trasgressori. Con "appena" 50 euro, è difficile che un palermitano confuso dalla raccolta differenziata possa cambiare il suo approccio nei confronti della gestione dei rifiuti. In alcune città la multa può arrivare fino ad un massimo di 400 euro, pena di solito inflitta nei comuni con tassi di raccolta differenziata vicini al 70-80%.

E per aggirare la norma, pare che i palermitani siano ricorsi alla trasferta da pattumiera: "la repressione non e' sufficiente a far funzionare bene la differenziata, occorre la collaborazione dei cittadini, che, invece, spesso vanno a conferire i rifiuti nelle zone limitrofe non interessate dal porta a porta.

Questo e' indice -afferma il capo dei vigili urbani, Vincenzo Messina - o di una scarsa sensibilita' degli utenti oppure di una non efficiente raccolta da parte dell'Amia. Noi da parte nostra siamo disponibili a dialogare con l'azienda per migliorare il servizio. Tra le aree piu' indisciplinate c'e' proprio il salotto di Palermo, zone centrali come via Nortabartolo, via Liberta' e piazza Vittorio Veneto, ma anche l'area Cuba-Calatafimi."

La missione, al limite dell'inverosimile, è quella di raggiungere il 20-25% di raccolta differenziata entro ottobre, con l'arrivo di nuovi mezzi e cassonetti idonei al diverso tipo di rifiuti. Piccola sorpresa, accanto ai nuovi mezzi, spunterà una nuova figura di controllo, il cosiddetto ispettore ecologico. Il corpo speciale sarà composto una cinquantina di persone che avranno il compito di passare ai raggi x la citta' per "un'opera di informazione e repressione".

Attenti ai rifiuti che lasciate in giro o agli escrementi dei vostri animali a passeggio. Potreste incorrere nell'implacabile Hulk del pattume.