News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Autorizzato dal presidente della Regione l’avvio delle procedure per l’attivazione del reparto di Neurochirurgia pediatrica all’ospedale Civico di Palermo.Il via libera è arrivato nel corso di un incontro operativo a Palazzo d’Orleans tra il presidente Schifani, l’assessore alla Salute Volo, il dirigente generale Iacolino e il commissario del Civico Messina.Nel corso della […]

  • NEW YORK (ITALPRESS) – Quest’anno anche New York rende omaggio a Santa Rosalia, patrona della città di Palermo. Perchè per la “Santuzza”, simbolo di rinascita e speranza, non è un anno come tutti gli altri: nel 2024 ricorre il quattrocentesimo anniversario del ritrovamento delle sue reliquie miracolose. Nella Grande Mela sono stati due giorni di […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “Come creare una strategia di marketing efficace con l’Intelligenza Artificiale”, è il tema del webinar formativo gratuito, promosso dal Punto Impresa digitale della Camera di Commercio Palermo ed Enna che si svolgerà lunedì prossimo, alle 10. Durante il webinar verranno illustrati gli strumenti di Intelligenza Artificiale più utili per il marketing, ma […]

E' solo una questione di civiltà?

 rifiuti.jpg

I palermitani e la "civiltà". Credo fortemente, come del resto succede in molte città europee che spesso prendiamo come esempio per pulizia e senso civico dei cittadini, che la civiltà vada di pari passo con la sanzione. Se a Londra butti una cicca di sigaretta a terra ti prendono una multa di 60 sterline. Sono certo che il multato ci ripenserà due volte prima di ributtarne un'altra sul marciapiede. Beh chi sa che da noi vige una legge che estende a tutti i cittadini la fattispecie di Reato Penale l'abbandono di rifiuti per strada. Ciò cosa comporta che essendo diventato un reato penale la competenza di sollevare una sanzione e relativa denuncia, non è più di esclusiva pertinenza della Polizia Municipale ma viene estesa a tutte le forze dell'ordine: Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza ecc. Questo significa anche che ci potrebbero essere molti più "occhi" puntati verso le infrazioni e pertanto perché non sensibilizzare tutte le forze dell'ordine a tale attività di monitoraggio del territorio. Se si buttasse una carta per strada nel momento che passa una volante e questa ci fermasse, multasse e denunciasse penalmente, credo avremmo molte meno carte e rifiuti di ogni genere sui nostri marciapiedi. Tanto semplice quanto inspiegabilmente irrealizzabile a Palermo.