News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • BOLZANO (ITALPRESS) – Con una sentenza del 17 giugno, il tribunale di Bolzano ha accolto le domande formulate da Movimento Consumatori, accertando “la vessatorietà della penale presente nel contratto di Sicily by Car che è imposta al consumatore in caso di sanzioni notificate alla società per infrazione del Codice della strada e per mancato pagamento […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Sono circa 140.000 gli italiani che vivono con la Sclerosi Multipla (SM), di cui oltre 11.000 in Sicilia, con circa 290 nuove diagnosi ogni anno registrate a livello regionale. La Sicilia è, dopo Lazio, Campania e Lombardia, la quarta regione italiana per numero di persone che affrontano questa malattia neurologica cronica, che […]

  • ROMA (ITALPRESS) – “Il dramma degli incendi che affligge il nostro territorio colpisce ancor di più la Sicilia, dove le piogge scarseggiano e le temperatura sono in media più alte. Le perdite già subite dall’isola in questi anni in termini di deforestazione sono ingenti, per questo oggi, nella sede del Mase, abbiamo affrontato il delicato […]

Altro suicidio a Catania. Un ragazzo si sentiva inutile

su2Aveva 35 anni Luciano Di Fazio, e si sentiva inutile perchè non lavorava ed avrebbe tanto voluto essere indipendente. "Girava per casa come un fantasma - ha detto la madre - gli dava fastidio pesare, avrebbe voluto una vita sua". 

Luciano era depresso, viveva nel quartiere Fasano, a Catania. "Ieri pomeriggio - ha continuato la mamma - era andato in terrazza per aggiustare l'antenna e si è buttato giù". Il quinto piano di uno stabile difficilmente lascia scampo, infatti Luciano è morto sul colpo.

Nessun biglietto, nessun messaggio di spiegazioni, nessun saluto. "Aveva lavorato a Malta come commesso per 4 anni - ha concluso la mamma -  poi era tornato a Catania per starmi accanto. Tanti i curricula inviati, ma mai nessuna risposta".

Siamo stanchi di scrivere di gente, govani e meno giovani che si tolgono la vita. Siamo stanchi di assistere impotenti a tragiche storie di ordinario e quotidiano malessere, stanchi dei bollettini di guerra fatti di cifre impressionanti, stanchi del continuo peggioramento della realtà sociale. Mandiamo un abbracio alla mamma di Luciano, un pensiero a lui ed un "BASTA" all'indifferenza dello Stato.