News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Collaborazione tra Regione Siciliana e Invitalia per la realizzazione di tre nuovi ospedali a Palermo – il polo di eccellenza pediatrico, il nuovo Policlinico e l’ospedale Palermo Nord-Polo oncoematologico – e la ristrutturazione del padiglione A dell’ospedale “Cervello”, sempre nel capoluogo. Opere per un valore di 747,7 milioni di euro che rientrano […]

  • CATANIA (ITALPRESS) – È stata inaugurata la tratta metropolitana “Nesima-Monte Po” a Catania. È lunga 1,7 km, comprende due nuove stazioni: “Fontana” e “Monte Po”. Il costo complessivo dell’intervento è stato di 93 milioni di euro, con un totale per km di 54,7 milioni di euro. Il costo della singola opera, cioè della galleria continua […]

  • TRAPANI (ITALPRESS) – Un trattamento ricompressivo in camera iperbarica è stato eseguito nelle scorse ore nel Centro iperbarico di Favignana (Tp). La paziente, una turista veneta di ventiquattro anni colpita da malattia da decompressione in seguito ad un’immersione subacquea nelle acque dell’isola di Marettimo, è stata trasportata con l’idroambulanza del Presidio Territoriale di Emergenza di […]

Altro caso di Knockout a Palermo pugni a una studentessa

 

Il Knockout Game. Per i giovani sta diventando una moda in molte parti del mondo, consiste nel colpire in mezzo alla strada e senza alcun motivo dei perfetti sconosciuti con pugni e schiaffi per poi fuggire il più velocemente possibile. Un fenomeno dilagante nel nord Italia, dove ha già fatto una vittima, che sembrerebbe essere arrivato anche nella nostra città. Dopo l'episodio di qualche settimana fa in via notarbaltolo, dove due adolescenti appena quindicenni hanno iniziato a colpire con pugni e schiaffi ignari passanti da Via Petrarca alla Stazione Notarbartolo, questa volta la vittima è stata una giovane studentessa, avvicinata da due ragazzi con la scusa di chiedere una sigaretta è stata all'improvviso colpita con un violento pugno in faccia. La ragazza caduta a terra stordita, ha raccontato che i due giovani si sono poi allontanati tranquillamente e ridendo, quasi soddisfatti della buona riuscita del "gioco".
Ormai sul web si contano a decine i video di episodi del genere, anche con conseguenze drammatiche per le vittime. Ricordiamo agli "idioti" che si fanno affascinare da queste degenerazioni sociali, che la violenza è il vero primo atto di codardia, che in due picchiare una donna è un atto vile e ignobile, e qualora interessasse che tale gesto, è un reato penale, si chiama aggressione volontaria e lesioni personali. Visto che ormai non vi è un angolo di strada senza telecamere di vario genere, da negozi a banche a semofori, invitiamo i giovani adolescenti a pensarci due volte prima di mostrare tutta la propria stupidità compiendo atti di questo tipo... perchè il rischio di rovinarsi la vita con una denuncia penale indelebile è molto elevato.