News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • La tennista azzurra cede contro la rumena Cristian col punteggio di 6-3 6-2.

  • PALERMO (ITALPRESS) – L’Università di Palermo ha conferito la laurea magistrale honoris causa in “Scienze Pedagogiche” al regista televisivo Michele Guardì. La cerimonia si è svolta nella Sala Magna del Complesso Monumentale dello Steri, in piazza Marina, a Palermo. Per Massimo Midiri, rettore dell’Università di Palermo, “è una giornata importante per questo ateneo. Michele Guardì […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Non un semplice riconoscimento per le imprese più virtuose, ma un insieme di spunti per approfondire le sfide che l’attualità richiede a manager, imprenditori e professionisti di ciascun territorio: questo il proposito di Motore Italia, la cui quinta tappa del 2024 ha visto coinvolta la Sicilia con un appuntamento al Circolo Unione […]

Scarcerazione Aiello: per il Presidente del Tribunale di Palermo, "due pesi e due misure"

aiA parlare in merito alla concessione degli arresti domiciliari a Michele Aiello, prestanome del boss della mafia Bernardo Provenzano, condannato a 15 anni e mezzo di reclusione, è il Presidente del Tribunale di Palermo, Vittorio Alcamo.  Usa parole pesanti come macigni il Presidente Alcamo, e lo fa ricordando che la memoria di Giudici come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino non va onorata solo in tempo di commemorazioni, ma col lavoro d'ogni giorno.

"Esistono disparita' cosi' evidenti da meritare la definizione di ingiustizie - ha detto  il Presidente Alcamo -  figlie di quell'Italia in cui nessuno si indigna piu' ed in cui si puo' arrivare a simili offese all'intelligenza comune ed ai diritti degli altri cittadini privi di mezzi". Non usa il guanto  il Presidente del Tribunale di Palermo, e critica apertamente la decisione assunta dal Tribunale di Sorveglianza de L'Aquila, che ha concesso ad Aiello, a causa di un'intolleranza alimentare, gli arresti domiciliari. Un provvedimento che va a screditare ancora di più il concetto che il popolo italiano ha della giustizia e che ci declassa agli occhi dell'Europa e del mondo.