News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – Collaborazione tra Regione Siciliana e Invitalia per la realizzazione di tre nuovi ospedali a Palermo – il polo di eccellenza pediatrico, il nuovo Policlinico e l’ospedale Palermo Nord-Polo oncoematologico – e la ristrutturazione del padiglione A dell’ospedale “Cervello”, sempre nel capoluogo. Opere per un valore di 747,7 milioni di euro che rientrano […]

  • CATANIA (ITALPRESS) – È stata inaugurata la tratta metropolitana “Nesima-Monte Po” a Catania. È lunga 1,7 km, comprende due nuove stazioni: “Fontana” e “Monte Po”. Il costo complessivo dell’intervento è stato di 93 milioni di euro, con un totale per km di 54,7 milioni di euro. Il costo della singola opera, cioè della galleria continua […]

  • TRAPANI (ITALPRESS) – Un trattamento ricompressivo in camera iperbarica è stato eseguito nelle scorse ore nel Centro iperbarico di Favignana (Tp). La paziente, una turista veneta di ventiquattro anni colpita da malattia da decompressione in seguito ad un’immersione subacquea nelle acque dell’isola di Marettimo, è stata trasportata con l’idroambulanza del Presidio Territoriale di Emergenza di […]

Le inesorabili nostre Onde del Destino

 

Le onde del destino sono inesorabili quanto certe. Le verità che portano con se, sono a noi chiare da subito. Ma troppo spesso preferiamo lasciarci cullare dalla cantilena della marea scordando che nel suo grembo cresce sempre l'onda che ci staccherà da quello scoglio in cui siamo inesorabilmente assiepati e aggrappati. Illusi di poter resistere al corso naturale del defluire della vita. E onda dopo onda non ci rendiamo più conto che in realtà è ormai tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore. Il silenzio e il sentimento, l'emozione quanto la paura. In un mare per natura in tempesta, a salvarci solo sparuti sprazzi di bellezza ma sempre accompagnati dallo squallore disgraziato e dall'uomo miserabile.
Del resto come può un essere umano non essere miserabile, quando l'unico sentimento rimasto di cui si riesce a nutrire è quello di far fallire piuttosto di coltivare, crescere, trasformare e tramandare. Proprio le onde del mare, libere per natura, ci ricordano che ogni istante nella vita potrebbe essere quello giusto per rivoluzionare tutto completamente. Illuso chi crede di aver preso coscienza di se. Perchè è in quell'istante che viene custodita la diversità tra gli uomini. Perché proprio in quell'istante può rivelarsi l'unica verità, lucida e cinica ma quanto rasserenatrice, oppure aprirsi il baratro vorticoso e assoluto del nulla. È in quel momento che bisogna capire se restare attaccati allo scoglio in cui si è aggrappati, oppure lasciare che la forza logora delle dita e delle braccia si destini ad iniziare a nuotare con il fiato e lo sguardo diretto verso un orizzonte che tale resterà, ma che alla fine potrà raccontare un viaggio. E i viaggi di mare non sono viaggi qualsiasi. A voi tutti una buona navigazione, che ognuno possa trovare il proprio faro, ma che nessuno si improvvisi marinaio, perchè il mare come la vita non perdona...