News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – “E’ stata una festa popolare, è stata una festa offerta ai tanti turisti in visita a Palermo, il Quattrocentesimo Festino di Santa Rosalia è stata la festa della città. Ripercorrendo la serata di ieri, è ancora forte l’emozione provata nel corso di questa edizione che, sono certo, rimarrà nella memoria dei tanti […]

  • ROMA (ITALPRESS) – Il Presidente della Regione Siciliana Renato Schifani si piazza all’ottavo posto della Governance Poll, la classifica sul gradimento dei primi cittadini e governatori, realizzata per il ventesimo anno consecutivo dall’Istituto demoscopico Noto Sondaggi per “Il Sole 24 Ore”. Schifani raggiunge il 57%, risultando essere il governatore che ha aumentato maggiormente il proprio […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “A chi vogliamo lasciare la nostra città, i nostri quartieri, le nostre case, le nostre strade? A questa nuova peste che, sotto i nostri occhi, camuffata di normalità e di ineluttabilità, sta contagiando i nostri giovani, cioè i nostri figli e nipoti, a Ballarò come al Cep, a Bagheria come a Termini […]

Conflitto Napolitano-pm, 30 giorni di tempo per notificare il ricorso

 

 

Il Quirinale dovrà notificare al Procuratore della Repubblica di Palermo "entro 30 giorni" il ricorso sollevato per conflitto d'attribuzione tra poteri dello Stato. Lo dispone l'ordinanza della Corte Costituzionale, che ieri ha decretato l'ammissibilità del ricorso stesso. "Deve ritenersi sussistente - si legge nell'ordinanza - la materia di un conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato la cui risoluzione spetta alla competenza di questa Corte".

Il Colle si era rivolto lal Consulta dopo le intercettazioni indirette di conversazioni telefoniche del Capo dello Stato effettuate nell'ambito dell'inchiesta sulla trattativa Stato-mafia. Napolitano parla con l'ex ministro dell'Interno Nicola Mancino, sul quale vertono le indagini portate avanti dalla procura di Palermo.

L'ordinanza è stata resa pubblica stamani.
La Consulta ha anche disposto, preventivamente, che "la cancelleria della Corte dia immediata comunicazione della presente ordinanza al ricorrente", ossia al Presidente della Repubblica, accogliendo così "l'istanza di sollecita trattazione" contenuta nel ricorso disposto dall'Avvocatura dello Stato per conto del Quirinale.