News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • MILANO (ITALPRESS) – E’ Nicole Insalaco, studentessa del corso di Laurea in Ingegneria Informatica all’Università degli Studi di Palermo, la vincitrice della sesta edizione di “Amazon Women in Innovation”, la borsa di studio promossa e finanziata da Amazon per aiutare le giovani studentesse di discipline Stem (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) a inserirsi nel settore […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – “Nessuno getti fango su Stromboli”. Lo dicono gli abitanti dell’isola, la cui protesta è stata raccolta dal quotidiano “La Sicilia” in edicola oggi, a proposito della fiction Rai, che sarà mandata in onda il prossimo 15 settembre, la quale durante le riprese causò un incendio che divorò l’isola. “Tutti, tranne il ministro […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Collaborazione tra Regione Siciliana e Invitalia per la realizzazione di tre nuovi ospedali a Palermo – il polo di eccellenza pediatrico, il nuovo Policlinico e l’ospedale Palermo Nord-Polo oncoematologico – e la ristrutturazione del padiglione A dell’ospedale “Cervello”, sempre nel capoluogo. Opere per un valore di 747,7 milioni di euro che rientrano […]

Cammarata. Il disastro e il senso del ridicolo

altNon faccio parte della categoria di persone che pensa che anche il peggiore politico non abbia il diritto di esprimere opinioni e critiche sul modo di governare Palermo.

La democrazia è tale perchè consente a tutti, nessuno escluso, di esercitare questo diritto. Ma, francamente, se alla critica si aggiunge un sarcasmo che non produce un tasso significativo di ilarità, è bene che chi lo esercita si fermi per evitare di cadere nel ridicolo.

Se non si fosse capito stiamo parlando dell'ex sindaco,per fortuna, Cammarata. Che in questi giorni si è distinto in dichiarazioni sull'attività amministrativa della giunta Orlando che potrebbero tranquillamente essere archiviate nel file delle cose inutili o come direbbe un mio amico nel tentativo mal riuscito di dare aria al cervello.

Ora ci permetta il dott. Cammarata di suggerirgli che se a criticare scelte amministrative fosse un politico che non avesse governato per undici anni questa città, transeat. Purtroppo per i palermitani lui è l'unico politico che dal dopoguerra ad oggi l'ha fatto. Capisco che lui voglia dimenticare, e far dimenticare, il disastro in cui ha lasciato la città ma se continua ad intervenire rischia di non farcelo dimenticare più. Sommessamente gli suggerirei di tornare a rispettare un religioso silenzio che consenta a questa nostra martoriata città di riprendersi dalla sua, sua di Cammarata, dissennata maniera di governare.

Del resto mi pare che possa utilizzare le sue illuminate energie nel suo ruolo di consulente legislativo del Senato. Con la speranza per lui, e per noi, che anche in quel ruolo non produca disastri.

 

Alla prossima