Venerdì il mondo dell'edilizia scende in piazza

cantiereAnche a Palermo venerdì 31 maggio sindacati e imprese scenderanno in piazza per manifestare contro la crisi del settore edilizio.

Indetto per quella giornata uno sciopero nazionale che vedrà tutta Italia coinvolta in una serie di manifestazioni regionali.

"I nostri settori stanno vivendo ormai il quinto anno di una crisi senza precedenti – hanno dichiarato i presidenti di Ance Sicilia, Aniem Sicilia, Cna Costruzioni e Legacoop e i segretari di Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Feneal-Uil in una nota congiunta - la perdita di centinaia di migliaia di posti di lavoro, l'assenza di prospettive di ripresa, la assoluta insufficienza della copertura degli ammortizzatori sociali, la stretta creditizia stanno producendo effetti devastanti sulle condizioni delle persone e sulla stessa struttura produttiva dei nostri settori penalizzando spesso le imprese sane e strutturate a favore di una diffusa illegalità e irregolarità".

In cinque anni di crisi si è registrato il crollo del 30% della produzione, del 20% del fatturato, del 40% degli investimenti pubblici. Una situazione che è ormai divenuta insostenibile e in Sicilia la richiesta sarà esplicita, e sarà rivolta direttamente al governatore Crocetta: "La Regione intervenga con nuove risorse e nuove politiche di sviluppo, subito", chiedono i sindacati.

Leggi le altre news: www.palermoreport.it

 

 

Commenti  

 
#1 RE: Venerdì il mondo dell'edilizia scende in piazzaGuest 2013-05-13 13:05
PORCA MISERIA ERA ORA ...IO DICO MA PERCHE' IL GOVERNO SICILIANO NON SI FA' CARICO DEL 50% DELLE SPESE DI RISTRUTTURAZION E FACENDO PARTIRE PIANO PIANO IL LAVORO POTREBBE ESSERE L'INIZIO DI UNA NUOVA FASE ASPETTANDO IL LAVORO PER LE GRANDI PORE PUBBLICHE
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna