La candidatura di Palermo capitale dello sport, rischia di essere l'ennesimo flop

Questa città non può continuare ad avere la presunzione di candidarsi a Capitale Europea di qualsiasi cosa senza prima fare un serio atto di umiltà e consapevolezza. L'ultima sfida, che comunque tutti noi ci auguriamo di vincere, dopo la bocciatura a Capitale della Cultura, è quella di Capitale dello Sport 2016. Ma ci siamo chiesti e abbiamo contezza dello stato di profondo degrado e abbandono di molti dei nostri impianti sportivi? Lo chiede Carlo Dones, consigliere dell'Ottava Circoscrizione di Palermo di SEL. L'amministrazione comunale oltre a prevedere l'innalzamento delle tariffe di fruizione da parte dei cittadini, ha effettuato una ricognizione precisa degli impianti sportivi della nostra città? È sotto gli occhi di tutti, non solo la mancanza degli stessi ma anche il degrado e la precarietà di alcune strutture. Prima di fare proclami e proporre candidature di facciata, che poi si traducono in sonore bocciature, sarebbe più serio partire da reali consapevolezze.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna