Windjet nel caos, trecentomila passeggeri rischiano di restare a terra

Da ieri tutti i voli da Catania e da Palermo della WindJet sono stati cancellati. Il 9 agosto è saltato l'accordo che doveva fare in modo che Alitalia assorbisse tutti i voli lowcost della compagnia catanese, nonostante il Governo avesse dato ampie garanzie sulla sua fattibilità. Negli aeroporti Fontanarossa di Catania e Falcone e Borsellino di Palermo, da ieri è caos. I possessori di un biglietto windjet possono riproteggerlo, affidandosi ad altre compagnie, ma con l'aggiunta di altri soldi, in alcuni casi anche 80 euro. Nei prossimi giorni però la situazione potrebbe diventare ancora più insostenibile, in quanto molti voli sono saturi di passeggeri per via dell'alta stagione e qualcuno potrebbe rimanere a piedi. Per scongiurare il pericolo saranno attrezzati dei voli speciali, ma per gli oltre 300.000 possessori di biglietti della compagnia WindJet, da qui ad ottobre, sono previsti parecchi disagi.

Il Ministro per lo sviluppo Corrado Passera ha convocato per il 14 agosto WindJet, Alitalia ed Enac, per capire i motivi del mancato accordo e per studiare strategie per risolvere l'annoso problema.
Intanto fioccano le polemiche e gli scaricabarile. Il presidente dell'Enac Vito Riggio accusa Windjet, ma soprattutto Alitalia: "Sarebbe stato meglio chiudere ad aprile - sostiene Riggio - ora diciamo ad Alitalia, visto che ha tenuto aperta la trattativa fino ad agosto, che si faccia carico di un problema che ha contribuito a creare". 
Ma la compagnia di bandiera non ci sta e ribatte con una nota: "Alitalia non è in alcun modo responsabile della situazione di caos della compagnia catanese. Le Autorità erano a conoscenza delle enormi difficoltà dell'operazione, dovute agli inadempimenti di WindJet. E come Riggio sa bene - continua la nota - da molti giorni Alitalia cerca, con grande senso di responsabilità verso i passeggeri, di riproteggere tutti i viaggiatori, operando anche voli speciali, e la compagnia intende continuare a fornire assistenza per quanto possibile. Questo impegno è lo stesso che Alitalia ha avuto in situazioni analoghe. Le dichiarazioni di Riggio in questo contesto sono prive di ogni fondamento". 

Grave la situazione per WindJet che da domani potrebbe vedere sospese le proprie licenze di volo, in quanto non in regola con i controlli di sicurezza per poter prestare il servizio. Anche l'Eni ha sospeso i rifornimenti. Se la compagnia, come sembra, fallirà più di 400 lavoratori rischiano il posto di lavoro.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna