Via d'Amelio, Comune e Regione ammesse come parti civili

 

Il Gup di Caltanissetta David Salvucci ha ammesso tutte le richieste di costituzione di parte civile. La decisione è stata presa nell'ambito dell'udienza preliminare per il nuovo troncone d'inchiesta sulla strage di via D'Amelio, in cui morirono il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta.

Entrano dunque nel processo come parti offese le famiglie di Borsellino e degli agenti, la presidenza del Consiglio dei ministri, i ministeri della Giustizia e dell'Interno, la Regione Siciliana, il Comune di Palermo e il centro studi "Pio La Torre".

A sostenere l'accusa in aula sono il Procuratore Capo di Caltanissetta Sergio Lari, l'aggiunto Domenico Gozzo e i sostituti Stefano Luciani e Gabriele Paci. La posizione di uno dei sette imputati, l'ex collaboratore di giustizia di Sommatino Calogero Pulci, su richiesta della difesa, è stata stralciata e l'udienza è stata fissata per l'8 febbraio.

Pulci, che attualmente si trova in Germania, ha presentato un certificato medico perchè ieri sera, è stato colto da una crisi epilettica.

La costituzione di parte civile secondo il sindaco di Palermo Leoluca Orlando "è uno strumento importante per manifestare la propria vicinanza a quanti sono impegnati nella ricerca della verità ed è un modo concreto per affermare la lontananza culturale e materiale fra la mafia in ogni sua forma e la stragrande maggioranza dei cittadini palermitani".

Leggi le altre news: www.palermoreport.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna