Via Bagolino, due famiglie senza alloggio nè casa. Le proteste e la notte passata in auto

Hanno forzato le barriere di recinzione intorno ai ruderi del loro palazzo, ed hanno trascorso la notte in auto alcune delle famiglie sfollate dagli edifici di via Bagolino a Palermo, teatro un mese fa del crollo che ha ucciso quattro persone. Gli sfollati protestano contro la decisione del Comune, di sospendere gli aiuti per due delle sei famiglie di sfollati, e che dal 17 dicembre scorso sono alloggiate in albergo. Secondo Palazzo delle Aquile, infatti, i due nuclei familiari percepiscono un reddito che non le fa rientrare nei parametri minimi per godere del piano di protezione.

Tra i manifestanti, qualcuno ha persino allestito una forca con una sedia e una corda, minacciando di suicidarsi nel caso in cui il Comune non dovesse trovare in breve tempo una soluzione. Le famiglie infatti sono state sfrattate dall'albergo che le ospitava, e la palazzina rimasta in piedi accanto alle due crollate, messa in sicurezza dai Vigili del Fuoco, è ancora inagibile e sotto sequestro.

 

Leggi le ultime news:  http://www.palermoreport.it/

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna