Unipa: per la prima volta in Italia uno stage al fianco dei magistrati

Un tirocinio al fianco dei magistrati. Un'occasione unica per i corsisti della Scuola di Specializzazione postlaurea che si formano nelle discipline giuridiche, perché frutto di una convenzione unica in Italia tra la Procura di Palermo e l'Università. Presenti alla firma dell'accordo, il rettore dell'Università di Palermo, Roberto Lagalla, il procuratore della Repubblica di Palermo, Francesco Messineo, e il direttore della Scuola di specializzazione per le professioni legali "Gioacchino Scaduto" dell'Ateneo, Rosalba Alessi. Gli specializzandi del II anno, saranno scelti secondo criteri "oggettivi" concordati tra la Scuola di specializzazione e la Procura della Repubblica. I ragazzi saranno affidati ai magistrati che ne cureranno la formazione, individualmente o in gruppi ristretti, assegnando loro le attività previste dal piano di tirocinio, assistendoli e guidandoli nella loro esecuzione e redigendo, al termine, un profilo valutativo. Il tirocinio prevede anche l'esame di fascicoli processuali che non siano soggetti a segreto investigativo, l'assistenza (previo consenso delle parti) ad atti di indagine che presentino i connotati del contraddittorio e ancora la redazione di provvedimenti, memorie e motivi di impugnazione, e l'assistenza ad attività di udienza. Gli specializzandi potranno avere anche "funzioni requirenti" in procedimenti davanti al giudice monocratico e al giudice di pace, per le quali sarà conferita apposita delega che andrà svolta sotto il controllo del magistrato assegnatario.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna