Terminelli domani in conferenza stampa alle 11. Lascia il Pd?

Ninni Terminelli ha convocato per domani una conferenza stampa. Il tema, ufficialmente è il Pd e lo sfacelo che da tempo ormai ruota attorno ad un partito d'intese troppo larghe, talmente larghe che non ci si capisce più nulla.

Chi nei "giochi" della politica ci sta dentro, qualunque sia il modo, segue perfettamente il filo di quanto accade, ma i cittadini che stanno fuori dai giochi di potere e di palazzo e che si avvicinarono al Partito Democratico nel 2007 o ancor più quelli che nel Pd "transitarono" in seguito alla fusione di alcuni dei partiti del centrosinistra, adesso si trovano vicini a chi proprio vicino non vogliono. A sostenere per "transitività" e non per volontà, soggetti politici di cui non condividono nemmeno lontanamente le scelte e la gestioni della Cosa Pubblica. E se non gli va bene, hanno solo da andare via perché le cose stanno così e tant'è. Quindi è molto probabile che domani Ninni Terminelli dia anche il suo addio al PD, lui un sostenitore, un fedelissimo da sempre, nonostante non sia sempre stato trattato benissimo. E che uno come Ninni Terminelli, che ha fatto la storia del centro sinistra a Palermo, al Consiglio comunale e non solo, decide di lasciare il suo partito è un segno inequivocabile, semmai ancora non fosse chiaro, che all'interno del Partito Democratico di Lupo, c'è qualcosa che non va.

 Boatos dicono che Terminelli approderà alle prossime competizioni elettorali, le regionali di ottobre, con il suo "Prospettiva di Sinistra". Chi vivrà, vedrà.

Appuntamento a domani, ore 11, aula Rostagno.

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Commenti  

 
#4 RE: Terminelli domani in conferenza stampa alle 11. Lascia il Pd?tenetevelo!!!! 2012-08-28 20:44
terminatelli tenetevillo!!!! !!
 
 
#3 RE: Terminelli domani in conferenza stampa alle 11. Lascia il Pd?Cesare G. 2012-08-28 18:02
e Terminelli è una brava persona, forse in questa città non ha avuto ciò che meritava per questo! Sono felice che lasci il Pd. Perchè quello non è più il pd!
 
 
#2 RE: Terminelli domani in conferenza stampa alle 11. Lascia il Pd?Cesare G. 2012-08-28 18:01
Signor Comunista, come fate tutto facile e schematico voi. sapete tutto vero? Le parole dell'articolo esprimono esattamente il senso di solitudine e frastuono dei poveri cittadini, vittime di questi giochi assurdi. Ma se ne vada a aquel paese pure lei e il suo PCL, che puzza di stantìo. Non parlate di antimafia, non siete autorizzati. L'antimafia non è una parola scritta" Con cui riempirsi la bocca o farsi come lei sta facendo, campoagna elettorale! e lei che è così informato dovrebbe sapere che essere anticapitalista , comunista e rivoluzionario non vuol dire fare antimafia. Vergona! Pure voi! Io sono un cittadino, senza tessere di partito, che vorrebbe votare le persone oneste, e mi sento dunque legittimimato a dire che avete tutti la testa fottuta! Siete vecchi, siete rimasti indietro, arroccati in un concetto di politica puzzolente
 
 
#1 IL PCL E' L'UNICA SINISTRA ANTICAPITALISTA IN SICILIASalvatore - comunist 2012-08-28 17:51
Al di la delle chiacchere credo che questo sia il quadro:

La destra fascista, populista conservatrice e sicilianista si divide: i sicilianisti (Grande sud e MPA-Partito dei siciliani) assieme ai finiani voltano le spalle al fascista Musumeci e lanciano un loro candidato di destra.

La borghesia siciliana pertanto ha di fronte tre possibilità di scelta:
due candidati presidente di destra, uno (PDL e La destra) e un'altro (Grande Sud, MPA e Fli); e un candidato di centro (PD e UDC).

La sinistra riformista (SEL e FDS) si allea con i giustizialisti populisti e liberali dell'Italia dei valori IDV (un partito anch'esso del centro borghese). Questi vorrebbero Ingroia, che non cede, nel tentativo di rianimare un centrosinistra sconfitto dalla storia, incapace per la sua natura interclassista di difendere coerentemente gli interessi dei lavoratori e delle masse popolari. In campo rimane Fava, un riformista di sinistra onesto.

A sinistra a rappresentare la classe operaia, i precari, i disoccupati, i lavoratori immigrati, gli studenti e le masse popolari rimane il PCL ( Partito Comunista dei Lavoratori ) che candida l'insegnante trotskista Giacomo Di Leo. Una lista di classe, anticapitalista e rivoluzionaria che si candida a salvaguardare l'indipendenza politica del proletariato siciliano contro la borghesia e i suoi governi. I cui presidenti negli ultimi anni si sono dimessi a seguito di indagine della magistratura per mafia.

La borghesia mafiosa è una frazione della classe dominante borghese in Sicilia e sarà sconfitta solo dalla lotta di classe del proletariato, non dallo Stato borghese e dai giudici, ne tantomeno dal centrosinistra che non mette in discussione il sistema capitalista. Lo stesso vale a maggior ragione per la destra e il centro, difensori del sistema capitalista e quindi del sistema mafioso.

Il PCL rappresenta in Sicilia l'unico partito veramente antimafioso perché anticapitalista , comunista e rivoluzionario.
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna