Telecolor, crisi del mercato televisivo

 

Il calo repentino della raccolta pubblicitaria, spesso visto anche i prezzi esorbitanti per singoli passaggi televisivi, non più in linea con un mercato in profonda trasformazione, l'arrivo del digitale terrestre e la “fetta di mercato” che giorno per giorno il web lesina al mondo televisivo, iniziano a produrre i propri effetti. Se i problemi erano dati per scontati per le piccole emittenti locali, meno si aspettava la crisi che sta attraversando la storica emittente regionale del Gruppo Ciancio, TeleColor. Il ridimensionamento previsto è pesante circa il 50% dell'organico in attivo. Oggi i dipendenti del reparto tecnico, i più coinvolti, e giornalisti sono in sciopero e fino alle 13 presidieranno la sede dell'emittente a Catania. In una dichiarazione ufficiale le sigle sindacali Slc Cgil, Fistel Cisl e dalla Rsa aziendale, parlano chiaro: “non accettiamo la procedura di licenziamento collettivo che non lascia spazio a mediazioni, o a soluzioni alternative, ma che travolgerà il 50% del personale" Lo scioperò ad oggi è previsto solo per l'intera giornata odierna.



Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna