"Prospettiva politica", il nuovo movimento di Ninni Terminelli per ricompattare la sinistra

Ninni Terminelli

Nasce a Palermo "prospettiva politica", un nuovo movimento che si propone di essere trasversale ai partiti della sinistra palermitana. Il leader promotore è Ninni Terminelli che ha tenuto la conferenza di presentazione ieri pomeriggio all'aula Rostagno del Comune di Palermo. Il Consigliere comunale "uscente", iscritto al partito democratico, che già nei giorni scorsi aveva definito il suo schieramento "una vecchia dc" ha ribadito la sua sofferenza, manifestando la sua repulsione ad una nuova apertura all'Udc e al pregresso appoggio al governo regionale guidato da Raffaele Lombardo. "Sara' un movimento culturale d'opinione - ha detto Terminelli durante la presentazione alla stampa - che si occupera' di politica. Preso atto di ciò che è avvenuto nelle scorse elezioni comunali, il mio è un tentativo di ricompattare il centro sinistra in prossimità delle elezioni regionali. In tal senso valuterò se ci sono le condizioni per rimanere nel Pd". "Il movimento - ha proseguito Terminelli - vuole stare vicino alle fasce deboli di cui nessuno si interessa, con azioni concrete di aiuto alla società civile che vuole riavvicinarsi alla politica. Un movimento inclusivo aperto al dialogo con tutta la sinistra."

Commenti  

 
#2 RE: "Prospettiva politica", il nuovo movimento di Ninni Terminelli per ricompattare la sinistraEnzo Sciamè 2012-06-17 11:33
Lasci perdere sig. Terminelli. Non c'è nulla di credibilenelle sue parole e sa perchè? Perchè i fatti del suo far politica raccontano tutt'altro. A volte è meglio darsi ad altro, ricominciare in campi diversi da quelli che ci hanno visti corresponsabili di un fallimento inenarrabile perfino da un punto di vista antropologico. Anche coltivare un orto può rendere felici. E credibili.
 
 
+2 #1 RE: "Prospettiva politica", il nuovo movimento di Ninni Terminelli per ricompattare la sinistraclaudio 2012-06-16 10:44
Bisogna essere senza pudore per dire le cose che dice Terminelli. Fino a ieri sguazzava beato dentro il PD, in compagnia di Cracolici, di Lumia, Cardinale e soci, che incarnano il consociativismo più sfrenato. Ha condiviso il sostegno a Lombardo senza mai levare una sola critica. Ha sostenuto Ferrandelli, contro Orlando, come Cracolici. Adesso, che non è stato rieletto, vuol passare per rivoluzionario e se la prende col suo partito. Non ha alcuna credibilità. Sono i soliti tentativi di ricollocarsi politicamente per cercare di far dimenticare tutte le scelte scellerate fatte dal PD, sempre condivise da egli medesimo.
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna