Pedofilia: arrestato sacerdote a Palermo

 E' stato arrestato a Palermo, il sacerdote Davide Mordino, ex parroco della Basilica di San Calogero, a Sciacca, ritenuto responsabile, fino alla data del 30 dicembre 2009, d'aver compiuto atti sessuali con numerosi minori di sesso maschiledi età compresa tra i 14 ed i 18 anni, in cambio di denaro, con l'aggravante di aver commesso i fatti in danno di minori e con l'abuso di poteri e con violazione dei doveri inerenti la propria qualità di ministro di culto.

L'arresto e' stato effettuato in esecuzione di un'ordinanza di applicazione della misura cautelare personale della custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Palermo Maria Pino in accoglimento della richiesta avanzata dai P.M. titolari delle indagini Laura Vaccaro Alessia Sinatra. L'attività' di indagine trae le sue origini dall' operazione antidroga "Mata Hari", da cui si appurava che l'allora sacerdote della Basilica San Calogero di Sciacca, avrebbe intrattenuto rapporti sessuali a pagamento con un indagato di quell'inchiesta. Da qui poi si sono sviluppati gli ulteriori accertamenti. Sarebbe emerso il "modus operandi" del sacerdote: l'uomo avrebbe approcciato le sue giovani vittime con la scusa di fargli fare un 'test sulla sensibilità corporea' (pagato,diceva, dall'Universita' di Palermo), cui seguivano le diverse 'prestazioni' sessuali, con pagamento ai ragazzi della somma di denaro da un minimo di 50 euro fino ad un massimo di 300 euro. Il sacerdote avrebbe anche fatto sottoscrivere un falso modulo che avrebbe consentito ai minori la partecipazione a noti programmi televisivi. Il sacerdote si trova adesso all'Ucciardone.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna