Palermo, l'uomo annegato a Mondello un mese fa è ancora senza nome

Foto fornita dalla Polizia MunicipaleA distanza di un mese dal suo ritrovamento non è stato ancora identificato il cadavere dell'uomo annegato nello specchio d'acqua antistante il ristorante "Al Gabbiano" di Mondello. La salma è attualmente custodita presso l'Istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo. Il corpo senza vita venne ripescato nel pomeriggio del 7 luglio scorso. Gli investigatori non hanno potuto procedere alla sua identificazione perche' l'uomo, con lineamenti arabi ed una eta' apparente di circa 40 anni, non aveva addosso alcun documento di riconoscimento. Anche gli esami dattiloscopici, a cui la salma e' stata successivamente sottoposta, non hanno fornito elementi utili per l'identificazione. La polizia municipale chiede l'aiuto dei cittadini invitandoli a presentarsi all'Istituto di medicina legale del Policlinico nel caso siano in possesso di elementi utili al riconoscimento, a contattare il Comando di Polizia Municipale - Servizio Mo.Sic. "Ufficio gestione operativa e polizia giudiziaria" (tel/fax. 0916954279), così da riconsegnare, qualora fosse possibile, la salma ai congiunti ovvero coinvolgere le autorità estere che rappresentano il paese di provenienza del soggetto. Se la salma resterà ancora senza nome verrà tumulata.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna