Palermo: Lo Monaco prepara la "rivoluzione"

 

I buoni propositi per il 2013 del Palermo arrivano direttamente dalla viva voce del suo tecnico: "A fine gennaio la squadra sarà profondamente diversa", ha ammesso infatti Gian Piero Gasperini subito dopo lo 0-3 casalingo contro la Fiorentina. Non è una speranza, ma di un dato di fatto. Nel mercato di riparazione in viale del Fante ci sarà un giro di vite che rivoluzionerà - stavolta definitivamente - l'assetto della squadra. La sua affermazione, tra l'altro, conferma indirettamente lo stato avanzato della campagna acquisti condotta nell'ombra dal "burattinaio" Pietro Lo Monaco.

Lo stesso a.d. rosanero ha svelato le strategie per il mercato di riparazione subito dopo la partita con i viola, attraverso i microfoni Rosa&Nero: "Sapevamo che servivano dei correttivi per puntare alla salvezza - ha dichiarato -. Miglioreremo la rosa compatibilmente alle nostra possibilità e alle occasioni che ci si presenteranno". E la prima occasione risponde al nome di Totò Aronica: "E' fatta, aggiungerà esperienza al reparto difensivo". Potrebbe registrare qualche intoppo, invece, la trattativa per portare il Sicilia Ciro Immobile, dopo il litigio tra Marco Borriello e il d.s. Rino Foschi: "Dipende tutto dal Genoa - ha continuato Lo Monaco -. Se il Grifone si priverà di Borriello (accostato all'Inter come vice Milito, ndr) allora difficilmente Immobile partirà". In realtà il giocatore vuole cambiare aria, e il gesto di stizza contro la tifoseria rossoblu subito dopo la rete all'Inter di ieri pomeriggio vale più di un biglietto aereo destinazione Palermo. In più, rumors di mercato vorrebbero Mauro Zarate vicino al club di Preziosi, dopo l'esclusione dai piani di Petkovic alla Lazio.

Resta l'incognita di chi andrà a rinforzare la fascia sinistra di centrocampo. Sempre vivo l'interesse per Djamel Mesbah del Milan, "chiuso" da Perinetti negli ultimi giorni del mercato estivo e bloccato dall'intervento in extremis del presidente Maurizio Zamparini. Un gradino più in basso ci sarebbero Cristian Molinaro e Andrea Dossena, da tempo accostati al Palermo. Per la cerniera centrale di centrocampo si guarda, invece, al mercato argentino. Guido Pizarro del Lanus è più di una suggestione. A Lo Monaco piace, e difficilmente l'a.d. rosanero resta sordo ai richiami provenienti dal Sud America. Insomma, l'anno che sta arrivando partirà all'insegna del cambiamento. Citando il compianto Lucio Dalla: il Palermo si sta preparando, ed è questa la novità.

di Danilo Ciulla




Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna