Palermo, i primi Sondaggi sul Consiglio Comunale

Tutta l'attenzione sembra essere rivolta sulla corsa a Sindaco. Oggi con la nuova regolamentazione del voto disgiunto tra candidati delle liste e sindaco, si parla poco di Consiglio Comunale.

Quel Consiglio Comunale che invece dovrebbe essere profondamente riqualificato, sede del dibattito democratico e di rappresentanza dei cittadini, luogo corretto per il confronto politico. Ci siamo voluti concentrare in questa fase “di mezzo” proprio su una prima previsione relativa a come potranno essere occupati politicamente i banchi di Sala delle Lapidi fuori dal traino dei candidati alla poltrona a Sindaco. Il tentativo si articola anche nel prevedere quorum e incidenza delle così dette liste civiche, anche se di civico alla fine hanno ben poco. Ecco i numeri:

PDL 13,7%
UDC 6,6%
GRANDE SUD 6,4%
PID 5,1%
PD 14,6%
IDV 7,3%
MPA 5,1%
SEL 4,6%
FLI 5,2%
5 STELLE 3,6%
API 3,6%

PER UN TOTALE arrotondato del 0,2 DEL 76%. Ciò significa che il resto sul 100% che si dovranno dividere le liste “civiche” è il 24%. Visto che ad oggi, liste civiche se ne ipotizziamo 11, su una ripartizione equa la media percentuale è del 2,18 % a lista.

Liste civiche

1(CARONIA)
1 (COSTA)
1 (FERRANDELLI)
1 LA DESTRA
2 (MPA)
1 DRAGOTTO
1 PAPPALARDO
1 PIONATI
1 FORZA NUOVA
1 VIZZINI

Ammesso che ogni lista avrà i suoi 50 candidati per 22 liste totali, tra ufficiali e civiche avremo ben 1.100 aspiranti consiglieri comunali. Su una previsione di 280 mila voti validi più 45 mila tra nulle e bianche (alle ultime amministrative queste ultime sono state 52 mila) faranno quorum percentuale 325 mila voti. Perciò il tetto del 5% si avvicinerà a 16.250 voti. Facendo i calcoli ci sarà un candidato ogni 295 cittadini votanti circa. Ricordando che questa volta vi è il voto disgiunto. Cioè mentre prima bastava votare un qualsiasi consigliere comunale perché il voto si attribuisse anche al correlato candidato Sindaco, ora non sarà più così. Bisognerà infatti votare distintamente sindaco e consigliere comunale. Questo lascia prevedere che le coalizioni dei partiti, potrebbero prendere più voti dei singoli candidati a sindaco, cosa mai verificatasi nelle scorse consultazioni.

PARTECIPA AL SONDAGGIO DI PALERMOREPORT.IT: Chi voterai come Sindaco di Palermo?

 

 

Commenti  

 
#4 RE: Palermo, i primi Sondaggi sul Consiglio Comunalemariolino 2012-04-05 07:39
Il dramma vero sarebbe vedere pervenire certi numeri per chi opera nel più totale egoismo ed egocentrismo da venti anni a questa parte.
Pdl
Pd
Grande Sud
Idv
Udc
Mpa
Fli
Api

sarebbero da ridurre allo 0,1% altro che 5-10-15%

se resteranno cosi le cose ben ci sta,siamo davvero dei somari a cui piace continuare a farsi sodomizzare senza vaselina
 
 
+2 #3 Movimento 5 stellesalvatore 2012-04-01 02:22
Voto movimento 5 stelle e so che non sbaglio assolutamente.G li altri sono tutti uguali.
O come diceva qualcuno : se io sono diverso è perchè voi siete tutti uguali!
W movimento 5 stelle
 
 
-1 #2 RE: Palermo, i primi Sondaggi sul Consiglio ComunalePippo 2012-03-21 20:48
Faremmo bene a scrivere sulla scheda a lettere cubitali:
PREFETTO.
Nessuno di questi candidati a Sindaco o questi candidati al consiglio comunale sono elementi qualificati, ognuno di loro si candida per il proprio tornaconto e Palermo da 10 anni è soltanto nel degrado.
 
 
-1 #1 RE: Palermo, i primi Sondaggi sul Consiglio ComunaleRoberto 2012-03-21 13:17
Faccio una scommessa, se IdV raggiunge quel risultato mi taglio un braccio.. 7,3%? prima della rottura con Ferrandelli, adesso che i migliori candidati sono con la lista "ORA per Palerno" si dovranno ridimensionare un po' .. giustamente pagheranno questo sbaglio immenso di non aver saputo convergere sul vincente delle primarie
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna