Oggi si ricordano le vittime della strage di Ciaculli

altRicorre oggi il 49° anniversario della "strage di Ciaculli", una delle più sanguinose ad opera della mafia.

Il 30 giugno 1963, nel corso della prima guerra di mafia (che caratterizzò i primi anni 60'), una Giulietta Alfa Romeo imbottita di tritolo e parcheggiata nei pressi dell'abitazione di un parente del boss mafioso Salvatore Greco, esplose provocando la morte di sette servitori dello Stato, tra Carabinieri, Poliziotti e Artificieri dell'Esercito. La bomba era destinata ad uccidere appartenenti alla mafia nell'ambito della guerra fra le famiglie dei Greco e dei La Barbera.

Nell'esplosione in contrada Ciaculli, rimasero uccisi il Tenente dei Carabinieri Mario Malausa e il Maresciallo Capo Calogero Vaccaro, i Carabinieri Eugenio Altamore e Marino Fardelli, il Maresciallo della P.S. Silvio Corrao, il Maresciallo dell'Esercito Pasquale Nuccio e il soldato Giorgio Cacci.

A loro va il nostro ricordo oggi e la nostra gratitudine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna