Nuovo sito internet e nuovi macchinari per ‘’costruire’’ la salute dei siciliani

Un nuovo sito internet per fare conoscere ai siciliani i servizi sanitari a loro disposizione e le procedure da seguire per usufruirne. E' uno dei tasselli della campagna di comunicazione "Costruire salute: le persone prima di tutto" - dedicata al programma di innovazione delle Alte Tecnologie per il miglioramento dei servizi del Sistema Sanitario Regionale Siciliano – e presentata stamani a Palermo.

L'iniziativa è sviluppata grazie ai fondi europei (ideata dal gruppo INFO, vincitore della gara per la comunicazione istituzionale po fesr 2007-2013 - linea 7.1.2.5) e mira a spiegare come, grazie all'uso delle alte tecnologie, sia possibile migliorare la capacità di prevenzione, cura e diagnosi riducendo anche le liste d'attesa e i viaggi della speranza. Il come e il perché quindi di un investimento di oltre 200 milioni di euro con i Fondi europei e co-finanziato dalla Regione, per dotare i presidi sanitari pubblici di nuovi macchinari.

"Con il nuovo sito www.costruiresalute.it – dice l'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo – forniamo una vera e propria carta regionale dei servizi e diamo ai cittadini piena contezza di tutto ciò che si è fatto con la riforma del sistema sanitario: una sfida di trasparenza e responsabilità che abbiamo cominciato oltre quattro anni fa e che dovrà impegnare ogni futuro amministratore della Sanità. In soli quattro anni abbiamo risanato i bilanci e riqualificato l'offerta sanitaria, restituendo al cittadino siciliano il diritto alla salute, recuperando il necessario rapporto di fiducia tra pazienti e operatori sanitari, migliorando il contesto organizzativo e tecnologico e tracciando di conseguenza il cammino per una eccellente normalità".

"Invitiamo i cittadini a consultare il nuovo sito www.costruiresalute.it – dice Lucia Borsellino, dirigente del dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico – per sfruttare al meglio le opportunità di conoscenza che offre e saremo attenti e recepire suggerimenti e a correggere gli eventuali errori. Vogliamo essere sempre più al servizio del cittadino che ha il diritto di poter conoscere in tempo reale tutte le opportunità offerte dal servizio sanitario. Insieme costruiremo una mappa funzionale di tutte le strutture, dei servizi e delle prestazioni sanitarie erogate in Sicilia e soprattutto sarà più facile imparare a usare nel modo più corretto tutte le opportunità offerte dal sistema sanitario, di cui il programma di acquisizione delle Alte tecnologie è parte integrante e qualificante".

Parlando invece di macchinari l'investimento comprende: 28 TAC , di cui 25 già installate; 23 Risonanze Magnetiche Nucleari, di cui 5 già installate; 7 SPECT-TC, di cui 2 già installate; 12 Angiografi Digitali fissi, di cui 11 già installati; 8 Angiografi Digitali portatili, tutti già installati; 23 Mammografi Digitali, di cui 10 già installati; 11 Gamma Camera per scintigrafie, di cui 3 già installate; 8 Acceleratori lineari, di cui 2 già installati e in particolare: 1 Acceleratore per Radioterapia avanzata già installato; 1 Tomoterapia di prossima installazione (dicembre 2012); 3 Acceleratori RadioTerapia Intra-operatoria; un lokomat già istallato; oltre 450.000 inviti per l'attivazione di screening tumorali gratuiti per colon retto, mammella e utero.

"Alcune delle Alte Tecnologie -spiegano dall'assessorato - creano dei centri di riferimento per l'Italia meridionale perché uniche nel panorama sanitario delle regioni del sud: come la RM/Fus al Policlinico di Palermo per la Cura dei fibromi uterini che riduce l'intervento sanitario a poche ore di trattamento, il lokomat all'Irccs di Messina per la riabilitazione, la tomo terapia".

E per avvicinare sanità e cittadini, è previsto anche un "open day della salute" con la possibilità di incontrare gli operatori ospedalieri.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna