News Sicilia

Agenzia di Stampa Italpress
  • PALERMO (ITALPRESS) – A vincere la quarta edizione della finale regionale del “Premio Cambiamenti”, contest nazionale promosso dalla Cna, è stata “Quvita”, sturt-up di Catania che si occupa di telemedicina, monitoraggio e salute dei pazienti a domicilio tramite cartelle cliniche digitati personalizzate. Ad illustrare il progetto, Giuseppe Cutuli che ha convinto la qualificata giuria, coordinata […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Un combinato di ricadute legate a fattori culturali, economici e ambientali mette di fronte all’urgenza di ripensare un modello di sanità e di assistenza che abbia una visione globale, in cui salute e malattia sono il risultato di condizioni biologiche, ma anche di “determinanti” sociali che generano disuguaglianze di salute. A conferma, […]

  • PALERMO (ITALPRESS) – Un percorso che coinvolge tutte le regioni d’Italia non solo in un’ottica di sensibilizzazione, ma anche di confronto tra attori istituzionali nella ricerca di soluzioni comuni: un insieme di temi trattato negli “Stati generali sulle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo in Sicilia”, organizzati da Anffas a Palazzo dei Normanni, a Palermo.All’evento, […]

Le Fiamme Gialle passano al controllo dei centri scommesse

finanzaDopo il blitz dei giorni scorsi la Guardia di Finanza ha iniziato i primi controlli a tappeto sulle agenzie di scommesse e delle sale giochi a Palermo. I primi controlli hanno portato alla chiusura, al sequestro ed alla denuncia di due persone a piede libero. Il controllo ha coinvolto una sala giochi nei pressi di Passo di Rigano ed ha permesso di sottoporre a sequestro penale 16 computer fissi collegati ai siti stranieri ''Goldbet.com'' e ''365PlanetWin.com'', entrambi sprovvisti della necessaria autorizzazione rilasciata dall'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, come prescritto dalle norme vigenti, che sanziona penalmente condotte di questo tipo. Inoltre le giocate eseguite tramite i computer collegati sui siti illegali erano effettuate in totale evasione d'imposta, come dimostrato anche dalle ricevute trovate nei cestini del locale.

Ad aggravare la posizione dei gestori del locale sono state anche le evidenti manomissioni al contatore dell'energia elettrica. I tecnici dell'Enel, intervenuti sul posto, hanno appurato come i contatori registravano appena il 30% circa dei consumi reali, permettendo un enorme 'risparmio' sui costi per l'energia elettrica del locale commerciale.

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna