Giallo a Belmonte Mezzagno, ucciso un pensionato di 85 anni

E' stato trovato ucciso nella sua casa di Belmonte, nel palermitano. Paolo Greco era un ex agricoltore di 85 anni. Sul posto, allertati dalla segnalazione di alcuni nipoti della vittima, sono intervenuti i Carabinieri della locale stazione che hanno rinvenuto il cadavere. Il pensionato, al momento del ritrovamento, era disteso sul suo letto e in viso riportava ferite e tumefazioni prodotte da un oggetto contundente, forse un posacenere.
In seguito ad accertamenti, la Sezione di investigazione Scientifica del Comando Provinciale di Palermo ha scoperto un ripostiglio accessibile da un armadio dell'abitazione. All'interno di esso erano nascosti 20.000 euro, probabilmente i risparmi di Paolo Greco. La porta di ingresso della casa non presentava segni di effrazione, per questo si ipotizza che l'assassino conoscesse la vittima, che gli avrebbe aperto la porta pensando ad una semplice visita. L'omicida, non avendo raggiunto lo scopo di rubare il denaro per la resistenza del pensionato, si sarebbe avventato violentemente su di esso uccidendolo brutalmente.
In casa Greco era presente, al momento del crimine, anche la moglie dell'agricoltore, ma la donna è affetta da una grave forma di demenza senile e non potrà dire nulla agli inquirenti. Il fatto che non sia stata uccisa è un'altra prova che l'avventore conoscesse "casa Greco", in quanto conscio del fatto che la testimone non avrebbe proferito parola. Nel condominio in cui abitavano i coniugi nessuno ha visto nè sentito nulla.
La salma, al termine degli accertamenti, é stata trasferita presso l’istituto di medicina legale del Policlinico di Palermo per l’esame autoptico disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna