Emergenza rifiuti a Palermo: Coime collaborerà con Amia alla raccolta

Il Comune di Palermo, tramite una nota del suo ufficio stampa, fa sapere che, per meglio fronteggiare il momento critico, la struttura operativa del Coime collaborerà con il personale di Amia alla raccolta di rifiuti ancora esistenti, soprattutto nelle zone periferiche della città. "L'Amministrazione Comunale di Palermo è costantemente impegnata - sottolinea la nota - per far fronte alla gravissima emergenza rifiuti che ha colpito la città negli ultimi giorni a seguito dell'incendio della discarica di Bellolampo. Considerato che con il perdurare dell'emergenza, in molte zone della città l'accumulo dei rifiuti rischia di causare significativi problemi di salute pubblica, senza peraltro sottovalutare l'indecoroso spettacolo per cittadini e turisti, questa mattina l'Assessore Francesco Giambrone, d'intesa con il Sindaco Leoluca Orlando e su delega dello stesso, ha firmato un'ordinanza sindacale. Il personale Coime - prosegue il comunicato del Comune - supporterà quello della Società Amia con l'ausilio di due mezzi pesanti ed una pala gommata. L'utilizzo di questi mezzi avverrà sino alla conclusione del periodo emergenziale e, comunque, non oltre il prossimo 31 agosto."
Qualche giorno fa il Comune era riuscito ad ottenere otto autocompattatori, che giacevano inutilizzati in seguito ad un sequestro di mafia, e li aveva girati ad Amia. Per Ferragosto, inoltre, l'Amia ha raccolto circa 700 tonnellate di rifiuti mettendo in azione 40 compattatori, 10 minicompattatori e quattro gruppi pala. Restano ancora da raccogliere 1500 tonnellate più i rifiuti che si vanno aggiungendo di giorno in giorno. Tra gli interventi già espletati con pala: via Papa Sergio, Pecoraino, Belmonte Chiavelli, Orsa Maggiore, Orsa Minore, Corso dei Mille, via Catalano. Questa mattina gli operai sono stati impegnati con interventi straordinari in Via Orsa Minore, nella bretella laterale di viale Regione Siciliana nei pressi del carcere Pagliarelli, in via Monti Iblei, nel quartiere San Lorenzo, a Bonagia, in via Lanza di Scalea e allo Zen 1. Nel pomeriggio le maestranze, oltre a continuare gli interventi sul quartiere Bonagia e su viale Regione Siciliana, si concentreranno in via Di Stefano e in viale della Resurrezione.
Non manca dunque l'impegno del Sindaco e dei suoi Assessori, nè quello di Amia, nel voler fronteggiare e risolvere al più presto l'emergenza rifiuti.
Facciamo appello al senso civico di ogni cittadino palermitano affinché vengano rispettati gli orari e i luoghi per buttare la spazzatura, affinché si chiami Amia per rifiuti ingombranti, affinché non venga bruciata l'immondizia e affinché, là dove sia attiva, venga effettuata la raccolta differenziata.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna