Dottrina sociale della chiesa, qualcosa si muove in Sicilia e potrebbe non essere solo “religione”

E' stata presentata a Palermo la quarta edizione del Festival della Dottrina Sociale della chiesa che si terra dal 20 al 23 novembre a Verona. La presentazione avvenuta in sala giunta a Palazzo delle Aquile di Palermo alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e di Mons. Adriano Vincenzi e del Consigliere Comunale Fausto Torta, uno dei più attivi promotori dell'iniziativa in Sicilia, potrebbe aprire scenari che vadano oltre il mero appuntamento religioso. La Sicilia sarà rappresentata a Verona oltre che dal Sindaco di Palermo e presidente di Anci Sicilia Leoluca Orlando, anche da alcuni alti prelati siciliani, si nota l'assenza del cardinale di Palermo, e da importanti esponenti del mondo delle imprese e di confindustria, come Ivan Lo Bello.
La dottrina sociale della chiesa è quella parte dottrinale che si occupa di giovani, lavoro e relazioni sociali tra le varie forze economiche, produttive e sindacali che animano il nostro tessuto sociale. Il lavoro sarà uno dei temi centrali della tre giorni di dibattito e come ha dichiarato lo stesso Orlando: " la centralità del lavoro vuol dire centralità dell'essere umano e della propria dignità". Ma oltre alla nobile iniziativa che vedrà la nostra isola protagonista e abbondantemente rappresentata, si potrebbe "azzardare" un'analisi un po più ampia. Una sorta di riapertura precisa con un'area cattolica di diretta "discendenza" vaticana che potrebbe far "saltare la pulce all'orecchio" rispetto a nuovi scenari politici che potrebbero vedere la definizione di un nuovo progetto di più ampio respiro e di matrice cattolica. Del resto lo stesso Monsignore Vincenzi è anche presidente della ben nota fondazione Toniolo, punto di riferimento per un mondo legato all'economia e alla formazione di matrice cattolica.

nella foto. Vincenzi, Orlando, Torta

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna