Aspettando notizie dal ministero, gli operai Gesip tornano in piazza

Ancora nessuna risposta definitiva per la vertenza Gesip e ancora proteste per le strade di Palermo.
Dopo essersi riuniti in presidio davanti al Municipio, i lavoratori si sono mossi in corteo diretti verso piazza Indipendenza, dove c'è la Presidenza della Regione. Un gruppo di operai è poi salito sul tetto di Palazzo D'Orleans.

A presidiare l'ingresso del Palazzo ci sono alcuni mezzi blindati dei Carabinieri, con agenti schierati in assetto antisommossa mentre in piazza ci sono un centinaio di operai della società partecipata. Il traffico nella zona è in tilt .

Sono 1805 i dipendenti della società partecipata dal Comune in liquidazione e che a dicembre dovrà cessare ogni attività. Gli operai temono che non ci sia la copertura finanziaria per la cassa integrazione in deroga.  ''Le soluzioni per Gesip - dice Pietro Giannotta della Cisal - devono essere affrontate a Palermo, non in fantomatiche riunioni a Roma". Il segretario regionale della Fisascat Cisl Mimma Calabrò aggiunge ''basta con le strumentalizzazioni di questi lavoratori, serve un piano verità. Vogliamo conoscere i dettagli del piano industriale".

 

 

 

Commenti  

 
+1 #1 PCL, SOLIDARIETA' AI LAVORATORI GESIPsalvatore 2012-10-18 16:27
Il Partito Comunista dei Lavoratori di Palermo e della Sicilia esprime la propria solidarietà militante ai lavoratori GESIP

sciopero ad oltranza, prolungato.

No alla chiusura, No alla privatizzazione dei servizi

sciopero ad oltranza per garantire il lavoro, il salario e i diritti

unifichiamo le lotte e le vertenze, fronte unico di lotta tra tutte le forze della sinistra politiche, sindacali e di movimento in difesa dei posti di lavoro, contro le privatizzazioni , la precarietà e la disoccupazione

prendiamo i soldi dove ci sono, dalle banche. Nazionalizzazio ne delle banche, senza indennizzo e sotto controllo sociale e dei lavoratori

per un governo dei lavoratori
 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna