Arancia meccanica a Palermo. Rapina violenta in casa di una donna, legata e imbavagliata

Come nel film Arancia meccanica. Stamattina una donna palermitana è stata rapinata in modo violento tra le mura della propria abitazione, in via Generale Albricci nel quartiere di Brancaccio. Quando il citofono di casa ha suonato, la malcapitata - settantanovenne - ha chiesto "chi è?" sentendosi rispondere "sono il postino, deve scendere per una firma". Credendo nella buona fede dell'interlocutore l'anziana è scesa, ma arrivata giù si è trovata di fronte i tre malviventi che l'hanno immobilizzata e riportata con la forza in casa.

Una volta entrati nell'appartamento i rapinatori hanno legato la donna, iniziando poi a rovistare nelle stanze e tra i cassetti, racimolando un bottino di 20 mila euro in contanti più svariati oggetti preziosi, prima di scappare; senza slegare la donna, che è stata liberata più tardi dalla figlia.

 

 

Leggi tutte le altre news su: www.palermoreport.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna