Ancora senza nome il cadavere recuparato ieri dai sommozzatori alla Bandita

E' ancora senza nome l'uomo recuperato ieri in mare dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Il corpo dell'uomo è stato trovato nelle acque del lungomare di via Messina Marine all'altezza dell'hotel Villa D'Amato.

Nessuna novità dunque stamattina, rispetto a quanto emerso ieri.

Ad avvertire le forze dell'ordine è stato un pescatore che si trovava con la sua imbarcazione nella zona di Romagnolo. Dai primi accertamenti pare che sia rimasto in acqua per diversi giorni, motivo questo del colore scuro della sua pelle e che in un primo momento aveva fatto pensare che si trattasse di un extra comunitario. Adesso gli inquirenti stanno verificando le denunce di scomparsa dei giorni scorsi nel tentativo di risalire all'identità. L'uomo, calvo e con pizzetto, alto 1,70 cm ha un' età apparente di 40, 45 anni. La Procura ha aperto un'inchiesta. Sono ancora sconosciute le cause del decesso, l'autopsia è prevista per oggi.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna