lombardo troppe nomine pre elezioni. Martedì battaglia in aula

Per bloccare il “nominificio” e il “consulentificio” alla regione si arriva perfino a depositare un disegno di legge. A farlo è il deputato Rudi Maira del gruppo Cantiere Popolare che propone, con tale iniziativa, una norma per bloccare il quotidiano assillo di nomine di sottogoverno e consulenze che il Governatore della Sicilia sta adoperando negli ultimi mesi pre-dimissioni. Nel disegno di legge si evince che tale blocco dovrebbe interessare anche tutti gli assessori del governo, per evitare che nei mesi prima delle elezioni si utilizzino in maniera strumentale e clientelare, le leve del potere per sancire nuove alleanze elettorali. Il riferimento è certamente legato all'ingresso in giunta dell' API di Rutelli, che con l'Avv. Giuseppe Spampinato è andato a occupare uno degli assessorati più importanti dell'intera compagine governativa, quello del Lavoro e della Famiglia. Api che insieme a l'MPA dovrebbe rientrare nella nuova compagine elettorale regionale denominata Terzo Polo per la Sicilia, insieme a FLI e MPS. Intanto anche nel week-and si sono aggiunti altri rinnovi e nomine, da Giuseppe Montalto e Biagio Semilia sui temi della comunicazione, a Giuseppe De Santis ai fondi europei, a Raffaella Sara Russo che dovrà proporre alcune ipotesi per la gestione dei siti culturali della regione, a Gaetano Tafuti neo vicepresidente dell' AST. Nel frattempo indiscrezioni vogliono che martedì il dibattito in aula all'ARS sarà incentrato proprio sulla iperattività del Presidente Lombardo e dei suoi assessori.




 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna