GIOVANNI MATTALIANO PRESENTA SOTEIRA

MattalianoSi chiama "SOTEIRA" il nuovo impegno discografico di Giovanni Mattaliano, prodotto dall'etichetta discografica indipendente jazzliveimprovisation records; l'album sarà presentato sabato 4 Febbraio ore 18, al Kursaal di Palermo. L'opera raccoglie espressioni sonore diverse del recente percorso fatto dal musicista jazz.
Così, Mattaliano: "Soteira, è il brano che dà il titolo al lavoro, dal greco "Salvezza"; il brano è diviso in due parti, l'intro è dedicato all'incontro ideale di tante anime spirituali rappresentate da un violino sospeso in un'avventura mistica sonora che in seguito sfocia in una seconda parte danzante, divisa con le seguenti battute 4/4 + 4/4 + 3/4 + 3/4 +2/4" .
Altri brani contenenti nel CD, come quelli di tradizione etnica(askenazita, yiddish e siciliana); il primo dal titolo "Y'did Nefesh" arrangiato dalla pianista/compositrice e cantante Delilah Gutman eseguito in trio con Mattaliano e Patti, valzer yiddish per clarinetto e fisarmonica, in duo con il fisarmonicista/pianista Ruggiero Mascellino.
 E, ancora "Signuruzzu" con il quartetto composto da Mattaliano,Mascellino,Giovanni Apprendi alle percussioni e Massimo Patti al contrabbasso, un esecuzione, la loro, arrangiata con spirito etnojazz con un'attenta creatività emotiva.
In ultimo, un brano per clarinetto solo dal titolo "Panta rei" composto dallo stesso Mattaliano ispirato dalla massima del filosofo Eraclito e dedicato al clarinettista siciliano Tony Scott.
Mattaliano, palermitano, classe '69, è clarinettista, sassofonista, compositore, scrittore e produttore discografico. Jazz, rock, pop, etnica, elettrica, avanguardia sperimentale, la sua vasta dimensione musicale. Fondatore e direttore artistico dell'etichetta Jazzliveimprovisation, dell'Interensemble CompositorInterpreti e dell'Italian Jazzmed Clarinet.
Partecipa con Tosca e la Nica Banda, all'edizione 2007 del Festival di Sanremo con la Canzone "Il terzo fuochista".
Nel 2011 in vesta solistica alla prima italiana del tour italiano di Sting in "Symphonisty" interpretando il brano "Englishman in New York".
E sempre, nel 2011, debutta con il nuovo progetto "Italian Jazzmed clarinet" al Castelbuono Jazz Festival.
Numerose le collaborazioni internazionali, tra le quali, con Gunther Schuller, Clarke Terry, David Biller, Natalie Cole.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna