Fondi per gli eventi culturali? Solo ai Comuni virtuosi...

stancheris-2Stop con i finanziamenti ad personam: per gli eventi culturali i fondi regionali saranno erogati ai Comuni e non ai singoli impresari.

E' quanto stabilito da Palazzo d'Orleans, una rivoluzione che porta la firma dell'assessore regionale al Turismo Michela Stancheris.


Lo scopo è quello di evitare la distribuzione di denaro pubblico in maniera indiscriminata a soggetti vicini alla classe politica, senza un merito reale dell'iniziativa.
La circolare pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale prevede che saranno i Comuni, i più virtuosi, a ricevere i contributi per organizzare le loro stagioni tra concerti, festival e attività teatrali. Lo scopo è quello di evitare la distribuzione di denaro pubblico in maniera indiscriminata a soggetti vicini alla classe politica, senza un merito reale dell'iniziativa.

"I contributi sono diretti esclusivamente ai Comuni siciliani, con preferenza a quelli che dimostrano di essere virtuosi nella collaborazione tra loro – si legge – questi enti possono presentare istanze che riguardino interventi che abbiamo come fine una valorizzazione congiunta, più ampia ed omogenea, dei rispettivi territori. Il tutto nell'ottica della valorizzazione dell'attrazione turistica interna e straniera".

"Avranno comunque priorità - specifica la circolare - le iniziative che valorizzino territori con particolare riferimento ad attività culturali e sportive, rivolte ai giovani o dirette all'incentivazione di un turismo a misura di bambino e di diversamente abili. Le istanze non conformi a queste indicazioni o presentante da soggetti diversi dai Comuni verranno archiviate senza ulteriore comunicazione ".
Gli enti locali interessati hanno adesso venti giorni di tempo per presentare i progetti.
Molte perplessità e malumori nel comparto per il provvedimento adottato e non mancheranno le contestazioni.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna